Auto comunali, costi del carburante sotto la lente – I consiglieri di minoranza chiedono chiarimenti all’assessore al bilancio

La minoranza mette sotto la lente i costi del carburante. Con una missiva a firma dei consiglieri comunali Antonello Quaglieri, Mario Lancia e Daniele Simone, indirizzata al responsabile del Servizio Finanziario e all’assessore al Bilancio del Comune di Roccadarce, è stato chiesto di conoscere la documentazione relativa alle determine, alle delibere e alle fatture inerenti gli acquisti di carburante dal 2010 ad oggi. «Si tratta – dice il capogruppo Antonello Quaglieri – di un necessario approfondimento per avere un quadro completo sulla spesa pubblica del comune, in un momento in cui le tasse comunali sono ormai al massimo consentito dalla legge. Vorremmo sapere – ha aggiunto – se le vetture del comune sono dotate di libretti di marcia dove, per ogni automezzo, vengono annotati l’ordine di servizio per l’impiego del mezzo; la data e l’ora in cui ha inizio e fine il servizio; i chilometri percorsi nel servizio; i rifornimenti di carburante e lubrificanti eseguiti; i pedaggi autostradali pagati e ogni altra notizia utile ai fini del funzionamento dell’automezzo. Da quello che risulta dal sito del sistema informativo della operazione degli enti pubblici (Siope.it) le spese del comune sono alquanto altalenanti. Si passa infatti dai 31.123 euro del 2010, ai 28.470 del 2011, ai 37.680 del 2012, per scendere ai 9.870 del 2013 e risalire ai 22.887 del 2014. Credo – ha concluso il consigliere – che qualcuno debba fornire qualche spiegazione».

31
Da: ; ---- Autore: