Banda musicale ‘in rosso’ – Associazione oberata dai debiti

ARCE – Ripianare il debito della banda cittadina.
Il ragionier Antonio Fraioli, ex presidente dell’associazione musicale arcese, chiede l’immediata attivazione delle procedure di riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti dalla gestione della Banda Musicale Comunale e Parrocchiale “Città di Arce”. Fraioli  intima all’amministrazione comunale, al responsabile del servizio finanziario e al segretario generale di porre in essere gli atti necessari per il riconoscimento della legittimità del debito da parte dell’organo consiliare.
«Si ha notizia – si legge su un passaggio della nota inviata al comune e per conoscenza alla Corte dei Conti, alla Ragioneria dello Stato e al revisore comunale del conto – che il consiglio comunale di Arce dal 7 agosto 2009, data delle dimissioni dello scrivente, alla data odierna ha riconosciuto altri debiti fuori bilancio senza un’attenta valutazione di quanto richiesto nella stessa lettera di dimissioni. Questo modo di procedere – lamenta Fraioli – è contrario alle disposizioni in materia di contabilità pubblica, tale da cagionare seri danni all’ente, e fonte di responsabilità per la omissione di vari precetti normativi».
In realtà, il debito accumulato dal complesso bandistico, sarebbe maturato in diversi anni dalla fondazione e rappresenta un problema di certo non nuovo. Mai, fino ad ora, però, si era arrivati ad una richiesta di riconoscimento da parte del massimo organo collegiale. La questione non è di facile soluzione e tutt’altro che trascurabile visto che, almeno da quanto era emerso alcuni mesi fa, il debito ammonterebbe ad una cifra considerevole, probabilmente tra i 50 e gli 80 mila euro.

50
Da: ; ---- Autore: