Bernardo Mollicone nei banchi dell’Assise civica – Prende il posto di Lucio Lancia

ROCCA D’ARCE – Bernardo Mollicone è il nuovo consigliere dell’Amministrazione del sindaco Rocco Pantanella.
Nei giorni scorsi, infatti, nel corso della massima Assise civica, dopo le dimissioni dalla carica di consigliere di Lucio Lancia, c’è stata la surroga di Mollicone che siederà nei banchi della maggioranza per i prossimi due anni. Ed è stato il primo cittadino ad inizio seduta a «ringraziare Lancia – consigliere dal 2004 – per la collaborazione in seno al consiglio comunale ribadendo che la sua scelta è stata determinata da motivi personali». Il sindaco ha poi fatto gli onori di casa, dando il benvenuto a Bernardo Mollicone, nuovo consigliere, che ricopre per la prima volta la carica di amministratore comunale.
Un emozionato Mollicone ha preso, dunque, la parola: «desidero rivolgere a tutti i cittadini di Rocca d’Arce un ringraziamento perché grazie al loro voto mi hanno permesso di ricoprire la carica di consigliere comunale e di far parte di una squadra formidabile che amministra il paese con grande senso di responsabilità. Vorrei ringraziare, altresì il sindaco Rocco Pantanella, per il grande privilegio che mi è stato concesso. Privilegio che accolto con gratitudine, fiducia e grande umiltà, perché è l’amore che nutro per Rocca d’Arce che mi ha spinto ad impegnarmi in prima persona in politica e dare il meglio di me mettendomi al servizio del mio paese. C’è il tempo per ogni cosa – continua Mollicone – e per me è arrivato il momento di assumermi le mie responsabilità e di collaborare con i miei colleghi consiglieri per costruire una società migliore e un paese che sia a misura di uomo: siamo noi che dobbiamo dare il massimo per fare meglio, fare di più. Rivolgo un saluto affettuoso al mio predecessore Lucio Lancia che in questi anni ha lavorato in modo impeccabile con dedizione e sacrificio. Spero di ripercorrere al meglio la via che Lucio ha aperto e che mi ha lasciato in gestione. Un saluto, infine, ai consiglieri di opposizione con i quali spesso ci confronteremo, anche aspramente, ma sempre con massima correttezza e lealtà».

40
Da: ; ---- Autore: