Bpf Cassino Basket, al debutto sconfitta onorevole a Roma 78-69 – Dopo una lunga battaglia alla fine l’esperienza e la panchina lunga regala la vittoria ai luissini di Roma che dopo quattro quarti tiratissimi s’impongono di 9 infliggendo la prima sconfitta all’esordio alla pallacanestro Cassino che dimostra di meritare questa categoria

LUISS ROMA: Migliaccio 8, Giambene 11, Di Pasquale 0, Mori 2, Barletta 2, Boldrati 13, Raffaele 12, Di Fabio 17, Italiano 10, Polselli 4, Coach Max Briscese

BPF BASKET CASSINO: Pantano n.e. Confessore 18, Gatta 5, Borozan 3, Canzano 15, Tamburini 0, De Santis 4, Benincasa 5, Candelaresi n.e. Simeoli 19 Coach Raffaele Porfidia

Arbitri: 1° Marzullo 2° Peluso

Parziali: 17-12, 23-25, 19-17, 19-15

 

ROMA – Formazione cassinate che arriva alla prima non nelle migliori condizioni fisiche, causa botta al ginocchio deve rinunciare all’esperienza di Francesco Violo costretto a rimanere ai box e privando il gruppo d’importanti eventuali rotazioni che alla fine può aver fatto la differenza a favore dei romani. Complice l’emozione del gran debutto in un palcoscenico di prestigio la formazione cassinate stenta ad entrare in partita, passano addirittura 3 minuti e mezzo prima che la retina regali i due punti a Cassino, Canzano da due, Porfidia si affida a Confessore Borozan, Gatta Benincasa oltre che al già citato capitano, di fronte in casacca blu Briscese ricorre a Migliaccio, Giambene, Barletta, Raffaele e Polselli. Squadre contratte e il punteggio ne risente, Luiss sempre avanti e Cassino a rincorrere senza grandi patemi, da registrare il grave infortunio che coinvolge Mori, per lui distorsione al ginocchio e gara finita.Capitan Canzano sugli scudi per lui 7 punti, poi il parziale è arricchito con una bomba per parte Benincasa e Baldrati Sulla sirena il punteggio si fissa, 17-12.

Nel secondo quarto sale in cattedra la determinazione di Simeoli che diventa un cecchino infallibile dalla lunetta per lui 11 punti, cresce Cassino, Confessore mette 6 punti, ma è il suo lavoro in fase di recupero palloni che lo distingue dagli altri, notevole. I romani restano a galla solo grazie ai tiri da tre, due volte Migliaccio una per Giambene e Italiano ma è Cassino a vincere il parziale 23-25, anche se i romani restano avanti di tre, 40-37.

Al rientro dal riposo lungo la gara vive di scosse, la prima la piazzano i nostri ragazzi che risalgono la china e grazie alle magie del monster Confessore, 10 punti per lui, agguantano il pareggio 44 pari a 5’ e 56” dalla sirena. Gatta entra in partita e piazza una tripla, baby Tamburrini s’incolla alle costole del suo avversario e con una difesa feroce costringe il romano a perdere due volte il possesso, ma non basta la Luiss ancora da tre spacca la partita Giambene, Italiano e due volte Di Fabio gonfiano la retina dalla lunga distanza arrivando al massimo vantaggio dei romani +10 che poi con la reazione dei nostri si fissa sul – 5 alla sirena, 59-54.

Crac Perfidia chiede maggior rotazione della palla e difesa aggressiva, si affida ai suoi ragazzi, De Santi ne mette 4, fa meglio Simboli 6 per lui con una bomba, Canzano 2, ma è l’uscita di Confessore per il quinto fallo a tagliare definitivamente le gambe ai cassinati. La Luiss porta a referto 6 uomini in questo quarto e riesce a tenere a distanza gli avversari che si arrendono solo dopo una lotta strenua e aggressiva  fino alla fine, 78-69.

Peccato, ma la prima gara stagionale giocata contro di una delle formazioni più accreditate ha dato delle ottime indicazioni allo staff tecnico che ne trarrà giovamento in vista delle prossime partite.

 

31
Da: ; ---- Autore: