Bpf Cassino si torna a giocare in casa ad Atina – Domenica 6 novembre palla a due alle ore 18.00, palcoscenico il palazzo dello sport Soriano d’Atina inferiore avversari, i reatini della Nuova Pallacanestro Contigliano per la 7^ giornata della Divisione Nazionale C girone G

CASSINO – Nella nuova “casa “ temporanea della valle di Comino il roster di coach Porfidia cerca conferme dopo la bella prova di Valmontone, il tecnico campano e tutta la dirigenza si aspettano un esodo biblico dei tifosi per garantire il giusto supporto ai ragazzi biancorossi.

La parola chiave è “positività”. Domenica scorsa, la Banca Popolare del Frusinate Basket Cassino ha portato a casa due punti su campo difficile come quello di Valmontone, rasserenando cosi l’ambiente dopo gli eventi sfortunati di questo inizio di stagione. Il meritato successo è arrivato al termine di un match molto equilibrato e sul filo dei nervi. La squadra di coach Porfidia è scesa in campo con la giusta determinazione e voglia di vincere, mettendo il naso avanti per quasi tutta la partita. Tuttavia, la competizione nazionale di C è una categoria dove ogni gara è molto bilanciata, e questo primo colpo esterno rappresenta solo un piccolo passo nel progetto di crescita cassinate. Nel prossimo turno, al Palazzetto O. Soriano di Atina, la squadra del presidente Dino Pagano ospiterà il Contigliano, quarto in classifica a otto punti. Vittoriosi nel recente turno con il Minerva, i reatini possiedono un roster fisico quanto esperto, a partire dalle due ali Riccardo Esposito e Gianluca De Ambrosi (rispettivamente classe ’66 e ’71), fino a Grillo e Granato, coppia di giocatori fuori categoria. In questo inizio di stagione, i sabini hanno fornito prestazioni di valore, specialmente in fase realizzativa, però allo stesso tempo sono emerse varie lacune nell’attitudine a difendere, in particolare negli incontri lontani dal PalaSpes. Intanto, capitan Canzano e compagni hanno affrontato una settimana intensa con allenamenti mirati, in modo da preparare al meglio l’imminente impegno casalingo. Infatti, il Cassino, grazie all’impegno dei dirigenti, è riuscito ad ottenere l’omologazione del campo in quel di Atina, che sarà la “seconda” casain attesa del ripristino del Palazzetto dello Sport di Cassino. Quindi, domenica (ore 18) alla truppa di Porfidia toccherà confermare quanto fatto di buono a Valmontone, e inoltre migliorare la gestione del gioco e dei falli durante i canonici 40 minuti, necessaria ai fini del risultato. La società è sicura che i tifosi, nonostante la distanza del campo dal centro cittadino cassinate, saranno vicini e pronti ad incitare i loro beniamini locali fino al suono della sirena.

 

143
Da: ; ---- Autore: