Cacciatori e ‘volontari’ – La minoranza sferra l’attacco

«Non si può accettare, che dei cittadini, ai quali va tutta la nostra stima per l’esempio di civiltà dato, debbono sostituirsi al lavoro che dovrebbero fare gli operai del Comune».
Al capogruppo di minoranza consiliare di Colfelice, Valentino Quattrociocchi, non è sembrato poi cosi decoroso che siano stati i cacciatori della sezione di Enelcaccia a ripulire i giardini pubblici.
«In un paese, con una giunta, ogni dipendente e operaio comunale – ha spiegato Quattrociocchi – dovrebbe svolgere al meglio delle sue possibilità il ruolo per cui è pagato, nel rispetto delle proprie mansioni. Ci sono decine e decine di luoghi in questo bellissimo paese che necessitano di pulizia e manutenzione – ha evidenziato il consigliere – ci sono enormi spese di bilancio per stipendiare operai e dipendenti comunali, sono dunque tutti invitati allo svolgimento corretto del proprio lavoro per il quale gli stessi sono retribuiti».
«Non possiamo consentire – ha concluso Quattrociocchi – che i cittadini, i quali già devono avere a che fare con i problemi quotidiani di tutti i giorni, ora si sostituiscano a chi per fare certi lavori percepisce stipendi mensili da anni e anni».

22
Da: ; ---- Autore: