Caduta del Cassino – Doveva essere la gara del riscatto ma il verdetto del campo è stato impietoso. Cassino – Olevano 0-2

Il Cassino, nello scontro diretto salvezza del “Salveti” contro l’Olevano, perde due a zero sprofondando definitivamente, complici i risultati di giornata, in piena zona play-out. Gli azzurri adesso si trovano appaiati in classifica al Fontana Liri, prossimo avversario sulla strada di Cappelli e compagni. Resta a secco di vittorie Francesco Barbabella che nelle cinque partite da allenatore azzurro ha finora raccolto il magro bottino di due pari e tre sconfitte. Quella con l’Olevano rappresentava una gara da vincere ad ogni costo e i primi minuti di gioco hanno mostrato un Cassino tentare in più occasioni la via della rete. Dopo pochi giri di lancette Ferdinandi raccoglie un suggerimento di Paglia dalla destra ma la sua conclusione dal limite viene sporcata da un difensore ospite che devia in corner. Al ventesimo la seconda palla gol di marca azzurra capita ancora una volta sul destro di Ferdinandi, servito da Agbonifo: il centrocampista cassinate calcia incredibilmente a lato il classico rigore in movimento. E come è capitato spesso in questa stagione, al primo errore l’Olevano passa in vantaggio: un incredibile svarione di Palombo sulla sinistra offre a Scifoni l’occasione di involarsi sulla fascia e servire al centro l’accorrente Chialastri che controlla e batte D’Aguanno con un preciso diagonale.  Il Cassino non demorde e al trentacinquesimo va ad un passo dal pareggio: Agbonifo triangola con Ferdinandi che lo mette davanti al portiere. L’attaccante nigeriano calcia a botta sicura ma la sua conclusione potente e poco angolata viene respinta col volto da Santolini che con questa parata d’istinto permette all’Olevano di chiudere la prima frazione in vantaggio. Alla ripresa delle ostilità Barbabella si gioca le carte Capocci e Marsella in luogo di Vendittelli e Paglia. Ma sono gli ospiti, dopo tre minuti, a sfiorare il raddoppio con Rocchi che si lascia ipnotizzare da D’Aguanno. E’ solo il preludio alla seconda rete dei romani, trovata con un pizzico di fortuna grazie ad una punizione calciata da Lavosi e deviata in rete dalla barriera cassinate.

 

A questo punto il Cassino si spegne, mostrando una cronica incapacità di reagire dopo essere passato in svantaggio. L’unica occasione capita sul destro di Agbonifo che spedisce alle stelle da ottima posizione. Il confronto scivola lentamente verso la fine senza fornire sussulti: il Cassino esce dal campo sconfitto e a testa bassa, tra la palpabile delusione dei tifosi. Di questo passo la salvezza sarà dura da conquistare.

 

 

 

Cassino: D’Aguanno, Vendittelli(46’ Capocci), Palombo(55’ Bucolo), Palma L., Cappelli, La Manna, Agbonifo, Lombardi, Paglia(46’ Marsella), Ferdinandi, Letterese. A disp: Pocino, Di Stasio, Pittiglio, Carbone. All: Barbabella.

 

 

 

Olevano: Santolini, Rosa, Natolli(75’ Pacifici), Orlando, Scotto, Marucci, Marinucci, Scifoni, Rocchi(60’ Neri), Lavosi, Chialastri(80’ Palone). A disp: Criscuolo, Antonelli. All: Pannunzio.

 

 

 

Arbitro: Perna di Roma1.

 

Assistenti: Ardanese e Pittiruti di Roma1.

 

Marcatori: 29’ Chialastri, 58’ Lavosi.

 

Ammoniti: Cappelli, Lombardi(C).

 

 

 

 
33
Da: ; ---- Autore: