Cassino – Sant’Apollinare 1-1 – Il Cassino non è andato oltre il pari nel derby col Sant’Apollinare. Nella prima gara del 2011, ultima del girone d’andata per gli azzurri che domenica prossima osserveranno il turno di riposo, non è bastato il gol dell’ex Fulvio Carbone per avere la meglio sul complesso allenato da D’Amico che ha raggiunto il meritato pareggio a metà ripresa grazie ad un rigore trasformato da Fasulo

La gara, sin dalle battute iniziali, ha evidenziato un sostanziale equilibrio in campo, con le due formazioni intente a studiarsi senza farsi del male. Un clamoroso svarione difensivo dei gialloblù al minuto ventisei ha spianato la strada al vantaggio azzurro: il difensore Rosato, nel tentativo di appoggiare al portiere uno spiovente dalla trequarti, ha involontariamente tagliato fuori l’estremo difensore Sardelli servendo a Carbone il più comodo degli assist. Il neo centravanti azzurro ha comodamente depositato la sfera nella rete sguarnita per il classico gol dell’ex.  Passano nove minuti e sul destro di Marsella è capitata l’occasione per raddoppiare mettendo in cassaforte il risultato, ma il centravanti cassinate, approfittando ancora una volta di una disattenzione difensiva ospite e presentatosi solo dinanzi a Sardelli, ha tentato di scartare il portiere invece di tentare la conclusione verso la porta. L’infortunio occorso a Lombardi ha costretto mister Barbabella ad inserire Macari spostando Palma in mezzo al campo ed arretrando Letterese sulla linea difensiva. E proprio il subentrato Macari, al minuto trentotto, ha sfiorato la rete su calcio di punizione dal limite uscito una spanna dal palo a portiere battuto. L’inizio di secondo tempo è stato tutto di marca gialloblù: il Sant’Apollinare ha iniziato a guadagnare campo acquistando fiducia ed iniziativa. La supremazia territoriale ospite ha costretto il Cassino ad arretrare il baricentro ed al 65’ è arrivato il gol che ha fissato il risultato in parità: Grilo si è incuneato in area partendo dalla corsia di sinistra ed è stato strattonato da Palombo. L’arbitro ha concesso la massima punizione che Fasulo ha trasformato con freddezza spiazzando D’Aguanno. La reazione azzurra non si è fatta attendere: Macari ci ha provato dalla distanza con una conclusione terminata di poco alta sulla trasversale difesa da Sardelli ma il Sant’Apollinare ha mostrato buona organizzazione nel rintuzzare ogni tentativo dei locali. Nei minuti finali Barbabella ha gettato nella mischia anche Silvio Paglia, ultimo arrivato nel reparto offensivo che in pieno recupero è stato ostacolato in piena area di rigore mentre si accingeva alla conclusione a rete.  Un’azione che per dinamica è sembrata molto simile a quella che ha consentito agli ospiti di pareggiare dal dischetto ma il direttore di gara in questa circostanza non ha ravvisato gli estremi per la concessione del calcio di rigore. E’ finita così tra le recriminazioni degli azzurri la prima uscita del 2011, nella quale il Cassino ha confermato l’incapacità di conquistare il risultato pieno, seppur al cospetto di un avversario tignoso ed organizzato che non ha affatto demeritato la divisione della posta in palio. 

 

 

 

Cassino: D’Aguanno; Palma L., Palombo, Lombardi(33’ Macari), Cappelli, La Manna, Pittiglio(57’ Palma F.), Ferdinandi, Marsella, Letterese, Carbone(70’ Paglia).

 

A disp: Pocino, Vendittelli, Di Stasio, Di Vito. All: Barbabella.

 

 

 

Sant’Apollinare: Sardelli, Spigola, Trevi, Rosato, De Maria, Capraro, Risi, Reale, Grillo, Bikim(71’ Vettese), Fasulo(92’ Gulia). A disp: Reale, Cretella, Fargnoli, Bonelli, Longo. All: D’Amico.

 

 

 

Arbitro: Carolli di Frosinone.

 

Assistenti: Marini e Popolla di Ciampino.

 

Marcatori: 26’ Carbone, 65’ Fasulo(rig.) 

 

Ammoniti: Ferdinandi, Macari, Palombo(C); Capraro, Rosato(S).

 

Note: giornata soleggiata, spettatori 300 circa di cui una cinquantina ospiti.

 

 
64
Da: ; ---- Autore: