Celebrata in chiesa la festa del IV Novembre – Domenica scorsa

ARCE – «Un ricordo ancora attuale, troppe volte nella storia disatteso».
Il sindaco di Arce Roberto Simonelli nel suo discorso celebrativo tenuto domenica scorsa, in occasione della giornata delle Forze Armate e della Festa dell’Unità Nazionale, ha ricordato l’importanza del tramandare la memoria storica dei fatti accaduti nel primo e secondo conflitto mondiale. «Basta leggere – ha detto il primo cittadino in un passaggio del discorso – i cognomi incisi sui monumenti ai caduti dei nostri paesi per comprendere quale sia stato il pesante e diffuso contributo in termini di vite umane che ogni comunità ha dato. Sacrifici per valori fondamentali ed irrinunciabili che vanno tramandati e ricordati, perché ancor oggi troppo spesso, abbiamo testimonianze che non sono stati compresi». La cerimonia del 4 novembre, a causa della pioggia, si è tenuta nella chiesa parrocchiale alla presenza del parroco don Ruggero Martini, del maresciallo dei Carabinieri Gaetano Evangelista, il maresciallo della Guardi di Finanza di Ceprano Giorgi, del comandante della Polizia Locale Giampiero Marzilli, del rappresentante dell’Esercito Italiano Pasquale Serra, del dirigente scolastico Rita Cavallo. Numerosi anche gli interventi dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Arce con il baby sindaco Jessica Tudini. Alla manifestazione ha partecipato anche la banda cittadina e la locale Associazione nazionale dei Carabinieri.

49
Da: ; ---- Autore: