‘Centri storici più vivibili!’ – Ad Arce fabbricati fatiscenti mettono a rischio il tradizionale percorso della processione

ARCE – Centro storico pericolante, quale percorso per la processione del santo patrono?
E’ il senso della richiesta inviata, martedì scorso, dal presidente del comitato festeggiamenti, Bernardino Bartolomei, al sindaco di Arce. La preoccupazione degli organizzatori è riferita ad alcuni fabbricati fatiscenti ubicati nel cuore del paese vecchio, in via Corradino, nel percorso tradizionale della processione di sant’Eleuterio, prevista per il 29 maggio prossimo.
Le condizioni di queste case, decrepite e abbandonate, sono, almeno alla vista, molto preoccupanti.
In alcuni casi sono rimasti in piedi solo le pareti laterali e anche queste presentano i segni evidenti dei crolli subiti. Più volte è stato segnalato il pessimo stato conservativo generale della parte più antica di Arce, ma il problema non è di facile risoluzione.
La scarsità di risorse disponibili e la scusante di non poter intervenire su proprietà private da parte del Comune, fanno riproporre sistematicamente la questione in concomitanza dei festeggiamenti del patrono. Stavolta, però, anche il comitato vuole tutelarsi e ha chiesto direttamente al primo cittadino se le strade in questione siano o no agibili al passaggio del corteo religioso.
Una risposta che dovrà essere fornita anche con una certa urgenza per poter avvisare la cittadinanza e predisporre un percorso alternativo che, molto probabilmente, a questo punto, taglierà fuori il centro storico.

56
Da: ; ---- Autore: