Cinque bulli tra i banchi – I carabinieri hanno avviato un’indagine per fare luce sulla vicenda. I soprusi contro i compagni sarebbero stati filmati per essere poi mostrati ai coetanei

ARCE – Atti di bullismo in una scuola superiore di Arpino, in cinque denunciati ai carabinieri di Arce.
La denuncia sarebbe solo il culmine di un brutto caso di violenze che si protraevano da tempo tra le mura scolastiche. La vittima, dalle poche informazioni trapelate, è un ragazzo sedicenne di Arce, che nei giorni scorsi avrebbe rivelato al cugino, in via confidenziale, le angherie che ripetutamente sarebbe stato costretto a subire da un gruppo di compagni d’istituto. In giro di poco la notizia è arrivata ai genitori del ragazzo che hanno immediatamente informato la dirigenza scolastica di quanto accadeva e preteso spiegazioni. A quanto pare le testimonianze dell’adolescente avrebbe trovato un primo riscontro in alcune versioni dei fatti raccontati da alcuni alunni della stessa scuola. Gli episodi emersi, comunque, sarebbero molto gravi e avrebbero coinvolto diversi ragazzi. Oltre a continue molestie verbali e atti persecutori, ci sarebbero state delle vere e proprie aggressioni fisiche. Addirittura in alcuni casi, queste scene, sarebbero state anche riprese con le videocamere dei cellulari per poi essere oggetto di prese in giro all’interno della scuola stessa. Su fatti accaduti, vista la delicatezza degli avvenimenti, ci sarebbe massimo riserbo. I responsabili, probabilmente si tratta di cinque studenti, tutti minori, di Arpino e dei paesi limitrofi, sarebbero già stati oggetto di provvedimenti disciplinari da parte del preside dell’istituto. I genitori della vittima, nei giorni scorsi, avrebbero comunque ritenuto opportuno riferire i fatti apparentemente riconducibili a cosiddetti casi di “bullismo” al comandante della stazione dei carabinieri di Arce Gaetano Evangelista, che avrebbe già ascoltato il ragazzo e avviato le indagini per scoprire cosa sia realmente accaduto.

31
Da: ; ---- Autore: