Colpo notturno al bancomat – Da un distributore di benzina sono stati sottratti circa mille litri di carburante

ARCE – Svaligiato il bancomat della Banca Popolare del Cassinate e trafugati mille litri di carburante di un distributore del paese.
Nottata da dimenticare quella tra giovedì e venerdì scorso ad Arce. Nei pressi della filiale della Banca Popolare di via Casilina, intorno alle 2.30, i ladri hanno letteralmente sventrato dalla parete blindata il sistema di prelievo automatico di denaro contante. Il tentativo di superare la barriera della porta blindata ha fatto scattare l’allarme, provocando l’arrivo della volante dei carabinieri di Pontecorvo e della pattuglia della locale stazione. Stando ad una prima ricostruzione, potrebbe trattarsi di una banda di professionisti, composta da tre o quattro persone, che nel giro di dieci minuti, hanno sfondato e trascinato via il bancomat esterno della banca, che affaccia sulla via principale. Ora gli uomini del maresciallo Evangelista stanno proseguendo le indagini cercando di individuare elementi utili per risalire ai responsabili, che tutt’ora sono latitanti. Si starebbe verificando, tra l’altro, anche le registrazioni della videosorveglianza dell’istituto di credito e alcuni autovelox posizionati tra Arce e Cassino. Ancora non del tutto precisato l’importo che i ladri avrebbero sottratto all’istituto di credito. Da quanto si sarebbe appreso dal responsabile della filiale, l’ammanco potrebbe aggirarsi tra i 5 e i 7mila euro. A tanto, infatti, ammonta il carico predisposto dal personale addetto nei giorni feriali, mentre è di quasi il doppio l’importo disponibile nei giorni festivi. Rimane anche da capire perché i malviventi non si sono introdotti all’interno della banca e tentato il furto alla cassaforte principale. Inoltre, c’è da dire, che il dispositivo in questione non era dotato nemmeno del sistema antiscasso che, in caso di furto, tinge di inchiostro blu le banconote. Nella stessa notte, altri malviventi, avrebbero sottratto circa mille litri di carburante da un distributore in località sant’Eleuterio. Anche qui sarebbero in corso le indagini dei carabinieri.
 

60
Da: ; ---- Autore: