Commemorate le vittime del bombardamento a Ceppe – Toccante cerimonia officiata da don Antonio Sacchetti

ROCCA D’ARCE – Sono state ricordate sabato scorso con una solenne messa le vittime del bombardamento che portò nella località “Ceppe”, in via Pantanone, distruzione e morte nel maggio del 1944, durante la Seconda Guerra mondiale.
E’ stata una cerimonia molto toccante e ricca di commozione quella officiata dal parroco don Antonio Sacchetti, che ha riportato alla mente qual tragico evento che rappresenta una triste pagina della storia rocchigiana. Presenti numerosi cittadini, parenti e familiari di quanti hanno trovato la morte in quella tragica circostanza. In rappresentanza dell’Amministrazione comunale era presente l’assessore alla Cultura, Rocco Pantanella: «Il 25 maggio deve rappresentare per Rocca d’Arce il giorno della memoria. Il simbolo del ricordo – ha detto il professore – è lo splendido monumento realizzato dallo scultore Vincenzo Bianchi per riportare nei cuori e nelle menti del popolo rocchigiano quell’avvenimento assai doloroso. La cittadinanza di Rocca d’Arce – ha concluso l’assessore Pantanella – è sempre sensibile e partecipe al dolore e alle sofferenze di chi ha vissuto quelle tragiche giornate e rende omaggio a quei nostri cari concittadini che hanno pagato con la vita le atrocità della guerra».

45
Da: ; ---- Autore: