Commento al bando per nuovo dirigente Ufficio Tecnico – Il comunicato stampa del consigliere di opposizione Gianni Nardone

Apprendo dalla lettura del sito internet del comune di Arce della predisposizione di un AVVISO PUBBLICO PER L’ASSUNZIONE DI UN FUNZIONARIO TECNICO CUI AFFIDARE L’INCARICO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO, MEDIANTE CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO, CON ORARIO A TEMPO PARZIALE AL 50%,

AI SENSI DELL’ART. 110 COMMA 2 DEL TUEL 267/00. Dalla lettura di tale bando teso apparentemente alla normale sostituzione di un dipendente dell’Ufficio Tecnico andato in quiescenza il 31.1 u.s., si evince la precisa volontà della Giunta di utilizzare il sistema dello spoil system per dare un assetto ad un punto nevralgico della macchina amministrativa del ns. comune. Su tale deliberazione di Giunta Comunale n. 15 del 28.01.2010, immediatamente eseguibile, ed è il caso di dire che questa amministrazione quando deve fare qualcosa di importante per la propria sopravvivenza è molto celere……….la dice lunga su come verrà effettuta tale scelta. Personalmente credo che qualche nota censoria a tale procedura vada data sia nel metodo che nel merito, infatti fermo restando che l’istituto dello spoil system” possa essere giuridicamente legittimo………credo che sia eticamente censurabile per chi come i componenti di questa amministrazione ad ogni piè sospinto parlano di trasparenza……..la tanto decantata trasparenza..avrebbe comportato che si fosse esperita una procedura concorsuale di tipo pubblico………e non una selezione in cui la scelta finale del professionista sarà effettuata dal Sindaco “intuitu personae” previa verifica del curriculum, in relazione alla coerenza delle qualità professionali del prescelto rispetto ai contenuti dell’incarico da conferire.

Debbo aggiungere popi che dalla lettura dell’avviso vi sono altre due questioni censurabili:

1) bando di una sola settimana, perché cosi’ poco tempo? Forse per evitare che arrivino troppe domande da professionisti estranei alle cose arcesi?

2)mancanza retribuzione economica e quindi tipologia di contratto e soglie necessarie per l’applicazione del d.p.r. 163/2006. Se manca l’indicazione della retribuzione annuale come si fa a definire un tale tipo di incarico di tipo fiduciario?

Dulcis in fundo……è notorio che io frequento piazza e locali pubblici……..ebbene radio fante………mi ha comunicatoil probabile nominativo del professionista che sarà incaricato….e l’identikit corrisponde ad un noto professionista che fa’ la spola con Roma……ed il cui cognome inizia con la lettera V…….voglio sperare che mi siano state date informazioni non corrette…….

Ripeto……..è prerogativa delle amministrazioni dare incarichi fiduciari…………quindi probabilmente a parte qualche stortura procedurale i ns. prodi riusciranno nel loro intento………ma almeno che i loro “Pasdaran”  non vadano in giro a dire che loro sono eticamente immacolati…………

99
Da: ; ---- Autore: