Commissione per l’edilizia verso l’abolizione – Abolire la commissione edilizia. E’ quanto si appresta a fare l’amministrazione Simonelli nel prossimo consiglio comunale.

ARCE – Abolire la commissione edilizia. E’ quanto si appresta a fare l’amministrazione Simonelli nel prossimo consiglio comunale.

L’organo di consulenza tecnica del Comune in materia edilizia e urbanistica è incaricato di valutare la qualità architettonica ed edilizia dei progetti, con particolare riguardo al loro corretto inserimento nel contesto urbano. Negli ultimi anni, però, questa commissione è stata sempre oggetto di diaspore sia per la sua composizione che per il funzionamento.

Inoltre, l’organo ha una natura consultiva che si affianca alle precise responsabilità, previste per legge, in capo al funzionario dirigente.

La sua esistenza, poi, è facoltativa e demandata alla podestà dei singoli consigli comunali. Sicuramente, la sua abolizione rappresenta per il paese una modifica significativa nell’intento di un maggiore snellimento ed accelerazione delle procedure in materia di rilascio delle concessioni edilizie. Il sindaco Roberto Simonelli, in tal senso, sta attuando una serie di iniziative per rimettere a punto la macchina burocratica comunale. Anche il presidente del consiglio Gianfranco Germani ha confermato il lavoro della nuova maggioranza.

«Stiamo mettendo in cantiere – ha detto – una serie di interventi con il fine di snellire il rapporto tra i cittadini e la pubblica amministrazione. L’abolizione della commissione edilizia – ha concluso Germani- è un primo importante passo in tal senso».

Ma il consiglio comunale, convocato per giovedì prossimo, alle 20, dovrà affrontare anche un altro punto “caldo” riguardante l’esame delle controdeduzioni presentate dal consigliere di minoranza Sara Petrucci, sulla sua possibile incompatibilità con la carica. Il caso, nelle ultime settimane, sembra essere diventato più che altro di natura politica. Le argomentazioni presentate dalla Petrucci potrebbero bastare ad interrompere il procedimento, mentre la sua estromissione dal consiglio comunale potrebbe innescare un meccanismo pericoloso ed un dispendio di energie che non producono di certo effetti positivi per il paese. I bene informati sostengono che, in tal senso, il dibattito nella maggioranza è ancora aperto.

90
Da: ; ---- Autore: