Con la Provincia Simonelli sotterra l’ascia di guerra – Nuova fase di confronto si è aperta con la presentazione del calendario

ARCE – «Mettiamo da parte ogni polemica: da oggi Comune e Provincia collaboreranno per il bene del territorio».
Il sindaco Roberto Simonelli ha inteso così chiudere due anni e mezzo di rapporti difficili con l’amministrazione provinciale. La presentazione del calendario sulla raccolta differenziata, avvenuta domenica scorsa, è stata l’occasione per aprire una nuova fase di confronto tra i due enti. Il consigliere provinciale Andrea Amata (Pdl), presente al convegno, ha per primo riconosciuto l’impegno delle giunta arcese sulla differenziata e la necessità di collaborazione per i futuri sviluppi in tema di rifiuti, ma non solo, «Mettiamo da parte il colore politico – ha detto Amata in un passaggio del suo intervento – e avviamo un confronto fattivo partendo dalle esperienze utili come quelle del progetto del porta-a-porta di Arce».
In effetti i rapporti con l’ente di piazza Gramsci sono stati più volte molto duri. Oltre ai ritardi sull’erogazione del finanziamento per la raccolta differenziata, si ricorderanno i forti scontri a mezzo stampa avuti per l’intervento della Provincia sulla fornitura di una sedia speciale per un bimbo diversamente abile d’Isoletta, fino ad arrivare ai giorni scorsi dell’emergenza neve, dove gli amministratori di Arce hanno lamentato la mancanza di alcuni interventi, benché assicurati, diretti alle strade provinciali del territorio.
«Abbattiamo le polemiche – ha detto il primo cittadino – e diamoci da fare per il nostro paese. Noi – ha aggiunto Simonelli – siamo abituati ad amministrare alla contadina, facendoci i conti sulle mani, intervenendo sulle priorità e non guardando ad altri interessi di sorta che non coincidano con quelli del bene comune. E’ vero – ha ammesso il sindaco – in diverse circostanze abbiamo sbagliato, non abbiamo fatto alcune valutazioni. Ma sappiamo che chi solo non fa nulla non sbaglia e siamo qui per migliorare sempre e correggere, con i suggerimenti e la collaborazione dei cittadini, quello che non va».
 

22
Da: ; ---- Autore: