Consiglio rinnovato al Comprensivo. Ora il Presidente – L’istituto comprende i comuni di Arce, Colfelice, Strangolagalli e Roccadarce. Toccherà al dirigente scolastico Nunzia Milite convocare la prima riunione per eleggere la giunta

Rinnovato il consiglio d’Istituto del Comprensivo. Si sono tenute nei giorni scorsi le elezioni per il rinnovo del massimo organismo collegiale che raggruppa le scuole dei comuni di Arce, Colfelice, Strangolagalli e Roccadarce. Una consultazione che avviene ogni tre anni e che serve ad eleggere i diciotto membri del consiglio (otto genitori, otto docenti e due per il personale amministrativo). Ieri mattina c’è stata la proclamazione degli eletti da parte del seggio elettorale che si è costituito domenica scorsa.

I genitori eletti

Per la componente genitori risultano eletti: Massimo De Santis (105 voti), Patrizio Perciballi (71), Katia Germani (54), Simona Vincenti (54), Fabio Reali (47), Rosa Onorati (35), Roberto Colantonio (26), Edoardo Sera (20). I docenti che entrano in consiglio, invece, sono: Luciana Iannucci (56 voti), Domenico Giannetti (32), Maria Antonietta Grimaldi (24), Anna Corsetti (16), Emma Calcagni (14), Anna Simonelli (12), ;Maria Sbardella (8) e Anna Maria Maini (4). Per il personale Ata: Giovanni Di Folco (9) e Carlo Vitiello (8). Bassissimo il dato relativo all’affluenza dei genitori che, come per le scorse tornate, si è fermato al di sotto del venti percento degli aventi diritto.

Le mosse della dirigenza

Nelle prossime settimane il dirigente scolastico Nunzia Milite, che è membro di diritto dell’assemblea, convocherà il nuovo consiglio che dovrà nominare il presidente (scelto tra gli eletti della componente genitoriale) e i membri della giunta esecutiva. Al consiglio d’istituto la legge riserva potere decisionale sull’approvazione del programma annuale e del conto consuntivo; l’adozione del piano dell’offerta formativa; l’acquisto e il rinnovo delle attrezzature scolastiche ; l’adattamento del calendario e dell’orario scolastico; la programmazione delle attività di recupero, delle attività extrascolastiche e dei viaggi d’istruzione; nonché i criteri generali relativi alla formazione delle classi. Insomma ora con l’elezione dell’organismo l’anno scolastico potrà avviarsi nella sua massima regolarità anche da questo punto di vista.

239
Da: ; ---- Autore: