Dissuasori anti-incidenti – L’obiettivo è arginare il vertiginoso aumento di sinistri sul tratto dal km. 111 al 114,500. Il segnale è formato da due lampeggianti, un pannello di limite e un led che misura la velocità oraria. Un’altra funzione dei rilevatori è educare al rispetto del codice stradale

ARCE – Due dissuasori della velocità per limitare gli incidenti all’interno del centro urbano di Arce. Sono quelli collocati ieri mattina sulla strada regionale n° 6 Casilina, dal Settore tecnico dell’Amministrazione provinciale.
  L’obiettivo è quello di contrastare il vertiginoso aumento di sinistri che negli ultimi anni hanno interessato il tratto viario dell’importante arteria dal km. 111 al 114,500. I rilevatori, infatti, sono stati installati in prossimità degli ingressi del paese, il primo dopo il Molino Bove e prima dell’intersezione con la strada comunale “Valle”, mentre l’altro nel versante sud di fronte all’ingresso del ristorante “Monique” e prima del bivio verso la località “Fraioli”. Il particolare segnale si compone di due luci lampeggianti, di un cartello stradale che indica il limite fissato nel centro urbano a 50 Km/h ed un pannello led che misura e mostra, alcuni metri prima del segnale, la velocità a cui si sta viaggiando. Un modo per avvisare l’automobilista che, nel caso non riduca la velocità di percorrenza, oltre a rappresentare un pericolo, potrà incorrere nelle sanzioni previste dal Codice della Strada. E i controlli in tal senso sono eseguiti dalla pattuglia della Polizia locale di Arce, che già da tempo ha in dotazione degli apparecchi per la rilevazione della velocità che utilizzano la nuova tecnologia telelaser. Uno strumento che consente di puntare il veicolo e conoscere la velocità prima del posto di blocco permettendo così agli agenti di poter contestare immediatamente l’infrazione al trasgressore. L’intento, fanno sapere dal locale comando dei Vigili, rimane quello di prevenire incidenti ed educare gli automobilisti al rispetto dei limiti particolarmente nei centri abitati.
159
Da: ; ---- Autore: