Don Ruggero e le cellule di evangelizzazione per ridare ai fedeli la coscienza missionaria – Previsto per domani, è stato rimandato domenica prossima 20 febbraio

 

ARCE – Rivoluzione in parrocchia, arrivano le “cellule di evangelizzazione”.
Domenica prossima, 20 febbraio, la comunità dei fedeli arcesi sarà introdotta ad un nuovo sistema missionario arrivato in Europa, a Milano, poco più di vent’anni fa e oggi assai diffuso nel mondo.
Il parroco don Ruggero Martini, dopo diverse valutazioni, ha deciso di avviare nella sua parrocchia (una delle più grandi della diocesi di Sora, Aquino e Pontecorvo) questo nuovo e moderno modo di evangelizzare.
È un metodo molto semplice che non richiede enormi capacità. Il parroco inviterà ogni parrocchiano a far parte di una piccola fraternità, chiamata appunto cellula. Un parte piccola di un corpo che cresce diventando complessa e moltiplicandosi permette la crescita. Le cellule saranno costituite da una decina di persone che faranno riferimento a dei leader (persone della parrocchia formate a tale scopo) che a loro volta saranno coadiuvati da dei co-leader. Ogni parrocchiano, in pratica, sarà chiamato a servire le persone intorno a lui: parenti, amici, colleghi di lavoro. Assumerà rispetto a loro l’atteggiamento di servizio che Gesù ha avuto lavando i piedi ai suoi discepoli. Li inviterà a venire alla cellula e quando questa sarà molto grande si moltiplicherà. 
In questo modo il corpo della parrocchia può crescere e arrivare ai non praticanti e alle persone che per i più diversi motivi si trovano lontani dalla Chiesa. L’obiettivo del parroco è quello di restituire una coscienza missionaria ad ogni fedele e a tutta la comunità. 
Domenica, alla fine della celebrazione delle ore 10 in parrocchia e delle 11 al santuario, una respon-sabile del “sistema” presenterà brevemente in cosa consiste l’iniziativa invitando i fedeli a parteci-pare all’incontro previsto nel pomeriggio (alle 15.30 nella chiesa dei santi apostoli Pietro e Paolo).

 

48
Da: ; ---- Autore: