Donna travolta e uccisa. A giudizio l’automobilista – Nel dicembre del 2013, la donna venne falciata da un’auto mentre attraversava sule strisce pedonali, la strada nel centro abitato

Donna travolta e uccisa, rinviato a giudizio l’automobilista. L’altro ieri mattina si è tenuta presso il Tribunale di Cassino l’udienza preliminare sul caso dell’ottantunenne di Arce investita sulla via Casilina. Il giudice Angelo Valerio Lanna ha rinviato a giudizio I.F. di Latina, fissando anche la data del processo al 12 novembre 2015, dinanzi al giudice Barbara Del Pizzo. La signora Emilia Fabozzi, nel dicembre del 2013 alle 19, venne falciata da un’auto mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali nel pieno centro abitato di Arce per recarsi presso un supermercato e morì dopo poche ore presso l’ospedale di Frosinone. Le indagini preliminari sono state condotte dal Pm della Procura della Repubblica di Cassino Arianna Armanini. Il reato contestato all’uomo residente a Latina è quello di omicidio colposo. Alla guida del veicolo Fiat Panda, si legge nel dispositivo, per colpa consistita in negligenza, imprudenza e imperizia, nonché per l’inosservanza delle norme del codice della strada a causa della elevata velocità, investiva il pedone che attraversava le strisce pedonali omettendo di darle la dovuta precedenza, cagionando la morte della donna. La famiglia della vittima è rappresentata dall’avvocato Roberto D’Auria.

134
Da: ; ---- Autore: