Due incarichi incompatibili – ‘Giorgio Bortone non può essere consigliere comunale e commissario dell’azienda’

ISOLETTA D’ARCE – Incompatibilità di Giorgio Bortone, l’ex presidente della Riserva naturale chiede al nuovo Consiglio comunale di San Giovanni Incarico di avviare la procedura prevista dalla legge in materia.
La notizia era nell’aria da tempo, lo stesso Antonio Fraioli, in diverse occasioni, lo aveva già preannunciato.
Il tempo di consentire la convalida degli eletti che l’ex presidente dell’Azienda speciale consortile delle Antiche Città di Fregellae e Fabrateria Nova e del Lago di S. Giovanni Incarico – Isoletta di Arce, ha fatto recapitare la sua richiesta di decadenza.
«A seguito delle elezioni amministrative del 6 – 7 maggio 2012, – si legge nella nota -  il signor Giorgio Bortone è stato eletto consigliere comunale a San Giovanni. Lo stesso ricopre contemporaneamente la carica di commissario dell’Azienda Speciale d’Isoletta. Tale incarico è incompatibile con quella di consigliere comunale ai sensi dell’art. 63, comma 1.1, T.U. 267/2000, che dispone l’incompatibilità tra la carica di consigliere comunale e quella di amministratore di azienda soggetta a vigilanza perché il comune di appartenenza detiene almeno il 20% di partecipazione».
Fraioli poi fa una lunga serie di richiami ad una casistica giurisprudenziale che confermerebbe la sua tesi. Ora la questione passa nelle mani del sindaco Antonio Salvati e sugli adempimenti che deciderà di adottare nei confronti della richiesta dell’ex presidente.
A quanto pare però, Fraioli si sarebbe detto pronto, nel caso la nuova Amministrazione comunale respingesse la sua istanza, a fare analoga richiesta al Tribunale di Cassino.

134
Da: ; ---- Autore: