Famiglia senza lavoro, sit-in a due in Comune – Continua la protesta

ARCE – Dopo la moglie, ora è la volta del marito. La famiglia Bobba continua, a suo modo, la protesta contro le istituzioni.
Ieri mattina, il signor Franco Bobba, marito della signora che circa un mese fa si era resa protagonista di un gesto simile, ha deciso di occupare pacificamente l’aula consiliare del Comune di Arce.
Alla base del disperato gesto la mancanza di un lavoro necessario a mantenere la famiglia. Una situazione molto complessa, con tre figli pressoché disoccupati ed una storia di disagi sociali che nel tempo stanno logorando questa famiglia.
«Chiedo che mi venga spiegato in che modo può sopravvivere le mia famiglia».
E’ quello che l’uomo ripete a quanti cercano di farlo desistere dall’occupazione. «Porterò all’attenzione del Presidente della Repubblica – aveva detto nei giorni scorsi Bobba – la situazione in cui siamo costretti a vivere e l’immobilismo delle varie istituzioni preposte». Alla base della protesta ci sarebbero anche dei contrasti avuti con l’amministrazione comunale.
L’uomo avrebbe preteso dal sindaco il rilascio di una attestazione nel quale risulti la condizione di impossibilità da parte dell’ente di intervenire per il suo caso. Un certificato che sarebbe stato utile per dimostrare le ripetute difficoltà in altre sedi ma che, a quanto pare, il primo cittadino si sarebbe rifiutato di rilasciare.

51
Da: ; ---- Autore: