Fiera – Borsa del Turismo: cala il sipario – Giovannone: «Ora proseguiamo per la regione del Lazio Meridionale»

Cala il sipario sulla Settima Edizione della fiera della Valle del Liri e della Montagna europea, quest’anno abbinata alla prima borsa del Turismo del Lazio Meridionale.
Un successo che ha soddisfatto gli operatori, gli organizzatori e soprattutto il folto pubblico che ha voluto partecipare alla “tre giorni” fieristica che ha animato piazza Indipendenza e la Villa Comunale di Sora dal 21 al 23 maggio scorsi.
E’ tempo di bilanci, dunque,  per riassumere  e valutare  gli effetti di una iniziativa che XV Comunità Montana presieduta da Dino Giovannone ha voluto, per favorire la crescita del sistema “valle del Liri” e per porre le basi del terzo polo turistico tra Napoli e Roma.
Un bilancio senz’altro positivo sia in termini di  qualità degli espositori, che di quantità di visitatori, di eventi connessi e soprattutto di contatti turistici siglati nei workshop che hanno animato l’evento fieristico .
Un grande successo, dunque. Ma la VII fiera della Valle del Liri e della montagna europea, dopo aver chiuso i battenti,  sarà ricordata soprattutto per aver  spalancato una grande finestra sul Lazio Meridionale.
La rete di contatti  attraverso workshop che hanno portato gli esperti nel settore a proporre ai numerosissimi visitatori la Valle de Liri e il Lazio meridionale, attraverso  pacchetti turistici che abbracciavano mare e montagna, ha avvalorato la tesi del presidente Giovannone che da tempo, insieme ad un nutrito gruppo di sostenitori, parla di Regione del Lazio Meridionale, senza Roma, con Frosinone e Latina.
La fiera, infatti, con i suoi 43 stand e più di cinquanta espositori (in molti stand erano presenti più marchi) pur non rinunciando alla sua vocazione principale (quella cioè di promuovere la produzione tipica locale, le eccellenze culinarie e le meraviglie enogastronomiche di un territorio ricco di storia e tradizioni) ha sottolineato la sua attenzione per il Turismo, puntando a farlo divenire un volano per la crescita di un settore che può rappresentare una grande occasione di crescita e di sviluppo sociale ed economico per il  Lazio meridionale.

AUTOREVOLI PRESENZE
Tra i numerosi visitatori non sono mancati autorevoli esponenti del mondo politico locale che, a prescindere dal colore della bandiera, non hanno voluto far mancare la propria presenza ad un appuntamento fieristico che è ritenuto ormai un punto fermo nella promozione della Valle del Liri e del Lazio Meridionale.
Tra i tanti vale la pena ricordare, il consigliere regionale Tedeschi, il consigliere regionale, capogruppo della lista Polverini, Di Stefano; il presidente della Provincia di Frosinone,  Iannarilli; l’assessore provinciale, Quadrini; il sindaco di Sora, Casinelli; il vicepresidente della XV Comunità Montana Marsella, gli assessori comunitari Natalino Coletta e Lucio Marziale; il presidente della Comunità Montana “Valle di Roveto”, De Cesare; il presidente dell’Unione “Cinquecittà” di Roccasecca, Staci; consiglieri e assessori dei vari comuni che fanno parte del comprensorio comunitario tra cui Marcello Marzilli di Arce, Curtis di Cervaro, Venditti e Sardellitti di Arpino, Scala e D’Ambrosio di Isola del Liri, Donfrancesco, Marrocco, Protano, Fraioli di Colfelice, Raffaele Mattia di Castrocielo, Celli, De Donatis, Lombardi di Sora; Iafrate di Fontana Liri, De Luca di Terelle, Di Adamo di Colle San Magno. 

CURIOSITA’ edizione 2010
Nell’appuntamento si è registrata anche la presenza di un’agenzia  che rappresenta il frutto di un’altra propaggine dell’instancabile attività formativa e promozionale della XV Comunità Montana e dell’incessante impegno del presidente Dino Giovannone.
Tra gli espositori, infatti, c’era l’Agenzia di Wedding Planner “Attimi infiniti” che organizza matrimoni e cerimonie in Italia e all’estero.
Tale agenzia è nata da un’idea sviluppata da Fabiana Fabrizio, dopo aver frequentato il Master per “Operatore Turistico Ambientale” organizzato qualche tempo fa dalla XV Comunità Montana in collaborazione con l’Università degli Studi di Cassino.

UNA CONFERMA GRADITA: La partecipazione degli Spagnoli.
E’ stata presente come ormai da cinque edizioni, infatti, una delegazione di Spagnoli che ha preso parte alla Kermesse  con materiale informativo.
Tra i graditissimi ospiti  c’erano,  Carlos Tomas Navarro, sindaco di Ariza nonché deputato e portavoce del Governo di Aragona; Alfonso Puertas Canteria, sindaco di Tor Alba di Ribota nonché consigliere della Comunità di Calataiud e Agostin Caro Esteban , sindaco di Villafeliche (città gemellata con Colfelice, una delle cittadine ricadenti nel comprensorio della XV Comunità Montana)  consigliere della Comunità di Calataiud il quale, nel suo intervento, ha formalmente invitato l’Ente e il suo presidente Dino Giovannone alla Fiera di Calataiud prevista per settembre.

I RINGRAZIAMENTI
Nel corso dei vari interventi, il presidente Dino Giovannone ha sottolineato il lavoro d’équipe che permette ogni anno la buona riuscita della kermesse.
In particolare, ricordando  l’indispensabile sinergia tra coloro che a vario titolo fanno parte dell’Ente Montano, ha ringraziato:

• L’esecutivo dell’Ente
• Il Consiglio comunitario
• Gli amministratori dei Comuni del comprensorio della Valle del Liri
• I dipendenti della Comunità Montana
• Il Corpo dell’ANPANA
• I Lavoratori Socialmente utili
• L’Arma
• I Vigili Urbani di Sora

GIOVANNONE SULLA REGIONE DEL LAZIO MERIDIONALE
«Siamo in fondo, ma possiamo risorgere»
Con queste parole tanto dure quanto significative, il presidente della XV Comunità Montana Dino Giovannone aprendo la VII Fiera della Valle del Liri – Prima Borsa del Turismo, ha formalmente aperto la sua campagna politica per la realizzazione della REGIONE DEL LAZIO MERIDIONALE, riscuotendo successo tra i numerosi presenti.
«La presenza del mare e dei monti  – ha affermato Giovannone – rappresenta una grossa potenzialità per uno sviluppo turistico incredibile.
Noi amiamo Roma – ha continuato – ma non vogliamo che ci schiacci.
Finora, infatti, siamo sempre stati penalizzati sulla Santità, sulla Scuola, sui Servizi, sulle Infrastrutture.
Ma ora vogliamo dire basta a tutto ciò. Vogliamo realizzare il nostro sogno che è quello di perseguire una Regione senza una capitale che fagociti la maggior parte dei fondi, ma nel contempo tra province che condividono storia, cultura, usi , costumi, tradizioni, cioè tra Frosinone e Latina.
Pur volendo sganciarci da Roma, infatti, non siamo d’accordo con l’idea della Regione delle Province: non vedo infatti, cosa c’entrino Rieti e Viterbo con noi.
Rivolgo da questa sede un appello a seguirci.
Tutto ciò per il bene della nostra gente.
D’altronde abbiamo provato che l’impegno paga e che non basta parlare di  Progetti, se poi non si tramutano in realtà.
Noi abbiamo dimostrato di saper fare e di essere in grado di trasformare la dichiarazione di intenti in realtà.
La nostra Comunità Montana ha prodotto più materiale informativo-promozionale dell’intera provincia di Frosinone.
Abbiamo, inoltre, partecipato a numerosi appuntamenti internazionali, portando le bellezze e i prodotti della nostra terra oltre i confini: abbiamo partecipato alla Fiera di Calataid in Spagna, al Salone internazionale di Montecarlo, al Salone del Turismo di Lugano ecc.
Quest’anno, contro ogni forma di tagli abbiamo organizzato la settima edizione della Fiera.
Invito gli altri Enti a lavorare come noi e insieme a noi.
Non basta parlare se poi non ci si crede veramente. Bisogna rimboccarsi le maniche e fare
».

 

36
Da: ; ---- Autore: