Frosinone-Pescara…. vince il maltempo, gara sospesa dopo 45 minuti – Tutto da rifare perché a vincere alla fine è stato il maltempo, l’arbitro della gara il signor Ruini al rientro dagli spogliatoi decreta la sospensione della gara

FROSINONE – Il Frosinone ospita il Pescara di Di Francesco.Il mister Carboni ripropone lo stesso modulo di Padova fatta eccezione per Di Carmine per Aurelio e Guid e per Ben Djemia. Difesa confermata davanti a Sicignano con Bocchetti, Terranova, Guidi e Catacchini. Centrocampo a tre con Bottone, Lodi e Cariello, in avanti Di Carmine e Sansone a dar man forte a Santoruvo. Di Francesco risponde con un 4-4-2 con Soddimo vicino a Stoian in attacco. Tornano in lista Grippo, Scarlato e Di Carmine, fuori la scorsa settimana a causa di malanni, mentre restano a casa Biso per lombosciatalgia e Stellone per i soliti problemi muscolari
Il Pescara occupa attualmente l’undicesimo posto in classifica con diciannove punti, frutto di cinque vittorie e quattro pareggi. La formazione biancoazzurra ha mostrato una buona solidità sia nelle gare interne che in quelle esterne riuscendo sempre ad affrontare il proprio avversario senza farsi condizionare dal fattore campo conquistando undici punti in casa e otto punti in trasferta (con una gara in meno). Dirige Ruini di Reggio Emilia.
Sotto un autentico nubifragio scontro diretto per la zona bassa della classifica, sarà una battaglia anche per le avverse condizioni climatiche poco spazio alle giocate di fino.Non ci sono spunti, era inevitabile nei primi venti minuti di gara fortemente condizionata come già detto dal tempo Bottone fa venire i brividi al portiere ospite per il resto nulla.
Finisce il primo tempo a reti inviolate e al rientro l’arbitro decide di sospendere la gara per l’impraticabilità del terreno di gioco.

 

Max Marzilli

38
Da: ; ---- Autore: