Frosinone si salva quasi allo scadere, ma sciupa una grand’occasione – Con il Cittadella, un salomonico 1 a 1

FROSINONE – Alla fine un punto per parte e Frosinone che sciupa una grand’occasione per far bottino pieno in una partita sulla carta abbordabile e autentico spareggio salvezza, ancora non fluidi gli innesti della roboante campagna di rafforzamento che ha portato qualità ma anche condizioni atletiche approssimative, unica gran conferma il portiere Frison anche oggi protagonista assoluto in almeno un paio d’occasioni.
L’avversaria di turno al Matusa è il Cittadella che in classifica precede i canarini al sedicesimo posto con 26 punti, il tecnico Foscarini con la sua formazione ha trovato ben quattro risultati positivi consecutivi, pareggi ottenuti contro le big del torneo Torino, Siena e Novara e contro un’altra diretta concorrente alla salvezza come il Portogruaro battuto dai ciociari nel turno precedente.
Anche il Cittadella ha operato una sostanziosa campagna rafforzamento con la speranza di raggiungere l’obbiettivo minimo la salvezza.
Matusa quasi pieno grazie anche alla sensibilità della dirigenza canarina che ha in pratica dimezzato i prezzi di tutti i settori per consentire un afflusso massimo alla partita e i tifosi gradiscono molto quest’iniziativa popolare.
Non succede nulla nel primo tempo l’unica emozione il momento della lettura delle formazioni con Stellone in campo al posto di Bottone……
La gara si sblocca in negativo il minuto 54, quando Cesaretti in area atterra Dalla Bona e l’arbitro il signor Stefanini di Prato assegna il rigore per gli ospiti, dal dischetto Piovaccari batte Frison e Cittadella in vantaggio.
Sembra maledetta la giornata per il Frosinone invece la svolta il minuto 78, punizione dal limite e palla nel sette calciata dal difensore canarino Bianco che ristabilisce la parità.
La gara termina senza altri sussulti e le due formazioni si dividono la posta.
Prossimo turno in trasferta a Varese.

 

 
23
Da: ; ---- Autore: