‘Gli insegnanti non si stanchino di guidare sereni e sicuri i passi dei loro alunni, i cui progressi sono la più gradita ricompensa’ – L’augurio del sindaco Pantanella per l’inizio del nuovo anno scolastico

In occasione del nuovo anno scolastico 2014-2015, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II, il Grande” di Arce, dott.ssa Nunzia Milite, ha fatto visita agli alunni e ai docenti e a tutto il personale Ata del plesso di via Canale. A ricevere il neo dirigente il sindaco, Rocco Pantanella, il suo omonimo vice e l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Marilena Di Folco. Il Dirigente Scolastico ed il sindaco, nel rivolgere ai bambini della scuola dell’Infanzia e della Primaria il loro saluto e gli auguri di un buon anno scolastico, esteso anche ai genitori e a tutti coloro che operano nel mondo della Scuola, hanno sottolineato l’importanza della sinergia tra istituzioni e il valore dell’apprendimento e del sapere, ribadendo altresì il concetto che la scuola rappresenta lo strumento fondamentale, la palestra di vita necessaria per educare gli alunni, per renderli protagonisti del domani. Anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Marilena Di Folco, rivolge agli alunni di un anno scolastico sereno e pieno di soddisfazioni e a nome di tutta l’Amministrazione comunale ha consegnato ad ogni alunno un quaderno quale buon auspicio per un eccellente percorso scolastico garantendo, altresì, una costante cura e attenzione a tutte le problematiche che nel corso dell’anno potrebbero presentarsi. «In occasione dell’inizio delle lezioni per il nuovo anno scolastico, desidero inviare il saluto augurale ad alunni, genitori ed insegnanti delle scuole del comune di Rocca d’Arce – ha dichiarato il sindaco, Rocco Pantanella -. Gli insegnanti non si stanchino di guidare sereni e sicuri i passi dei loro alunni, i cui i progressi costituiscono di per se la più gradita ricompensa. I genitori non cessino di svolgere il proprio ruolo di responsabilità e dedizione, sempre collaborando costruttivamente con gli insegnanti. Agli alunni raccomandiamo di confidare nella scuola e nelle altre esigenze educative, per trarre il maggior beneficio possibile dal loro esserci ed attuarsi». «L’Amministrazione comunale s’impegna, in sinergia con l’Ente scuola, con tutte le sue risorse e resta a disposizione per compiere insieme il più gratificante e nobile compito d’istituto, nell’educazione e formazione dei giovani».

36
Da: ; ---- Autore: