Gratta via 100mila euro – Poi presa dallo sconforto strappa il tiket vanificando ogni possibile ricorso. Ad accorgersi dell’irregolarità è stato il gestore della rivendita che ha gelato l’euforia della donna

ARCE – Vince 100mila euro al gratta e vinci ma nell’euforia rovina il codice di controllo invalidando il biglietto.
Non riesce proprio a capacitarsi una signora di Arce, residente in località Fontanelle, che nei giorni scorsi si è trovata tra le mani un tagliando del “Gratta&Vinci” del Monopolio di Stato con un premio da ben 100mila euro.
Da quanto si dice in paese la signora avrebbe acquistato, come d’abitudine, il biglietto presso una tabaccheria di corso Umberto I. Arrivata a casa avrebbe grattato con una moneta le varie aree removibili del concorso a premi verificando una vincita consistente. L’incredulità della cinquantenne, mista all’emozione, però, l’ha portata a grattare con forza su tutto il biglietto per rimuovere ogni parte della speciale vernice coprente, anche nelle zone non strettamente necessarie ai fini del gioco. Tra queste avrebbe grattato con forza anche la parte riservata al codice di controllo, tanto da rimuovere anche il numero a diverse cifre stampato.
Nell’euforia generale, però, la donna non avrebbe dato il giusto peso alla cosa e di tutta fretta si sarebbe recata presso la ricevitoria per avere informazioni sulle modalità di ritiro del premio. Qui la doccia fredda. Il gestore del tabacchi ha controllato per prima cosa l’integrità del numero di controllo e, accorgendosi dell’accaduto, ha comunicato alla sfortunata che in quelle condizioni il premio non poteva essere ritirato.
Notizia che ha mandato nello sconforto più totale la malcapitata che, poco dopo, in un gesto di rabbia, avrebbe ridotto in pezzettini il biglietto vanificando ogni altro possibile tentativo presso la sede centrale del Monopolio.

51
Da: ; ---- Autore: