I giardini hanno il nome di Serena – Rimandato al 23, a causa del maltempo, il concerto degli Mbl

ARCE – «Serena vivrà per sempre nei cuori degli arcesi e nei giardini del paese».
Il sindaco Roberto Simonelli, insieme a Guglielmo Mollicone e al parroco don Ruggero Martini, ha scoperto la targa che intitola la villa comunale di corso Umberto i alla giovane studentessa di Arce, tragicamente scomparsa il 1° giugno del 2001. L’intitolazione è avvenuta domenica pomeriggio con una cerimonia composta ed essenziale, caratterizzata da una giornata molto fredda e a tratti piovosa. Il maltempo, infatti, non ha consentito il proseguo della serata con i concerti previsti di alcuni gruppi locali e dei Musicisti del Basso Lazio.
Commozione quando la solista della banda cittadina Diana Pelagalli ha intonato con il clarino, lo strumento suonato da Serena, un brano tratto dall’opera di Giacomo Puccini “Tosca”. Parole di ringraziamento sono state rivolte dal maestro Mollicone all’amministrazione comunale che ha deciso di cambiare la via precedentemente individuata con un posto più idoneo alla figura della giovane.
Intanto l’assessore alla Cultura, Brigida Fraioli, ha reso noto che i concerti previsti nella manifestazione “Il Giardino di Serena” sono stati rinviati a giovedì 23 novembre, nel tendone che verrà allestito in piazza Umberto I dall’associazione Nuovi Segnali.

85
Da: ; ---- Autore: