‘III FESTA DELLA BALLARELLA’, evento culturale, musicale, ricreativo e gastronomico – L’evento, organizzato dal Piccolo Laboratorio Popolare, giunto alla terza edizione, si svolgerà lungo corso Umberto I

ARCE – Si svolgerà, sabato 20 giugno 2015, la terza edizione della Festa della Ballarella ad Arce lungo Corso Umberto I organizzata dall’Associazione Piccolo Laboratorio Popolare. Con tale iniziativa il Plp cerca di riscoprire, analizzare, riproporre e valorizzare una espressione musicale tipica della tradizione locale, approfondire i rapporti, le origini di questo fenomeno nel panorama e nel tessuto sociale del passato e del presente, riproporre e aggiornare uno strumento ludico e di evasione, quale la danza tradizionale, come momento di sano divertimento , provocare la riproduzione, la ricerca e la composizione di nuovi testi e musiche basate sugli schemi tradizionali, favorire momenti di riflessione, crescita culturale, alternati a momenti di svago. E’ per tutte queste ragioni che l’evento è suddiviso in tre diversi momenti: un convegno, uno spazio dedicato all’apprendimento del ballo e, infine, un ampio spazio dedicato ovviamente alla musica e al sano divertimento. Di anno in anno si cercano esponenti della musica locale che abbiano esperienze e ricerche riguardanti la ballarella e che possano, così, far scoprire aspetti e peculiarità di una particolare zona e quest’anno è stata scelta la tradizione della Valle di Comino con due esponenti d’eccezione: Massimo Antonelli dell’associazione Calamus, attiva da ormai molti anni, e Fernando Cedrone che, pur essendo un profondo e attento conoscitore delle storie locali, si è affacciato più recentemente nel panorama musicale popolare. Non mancherà di fare gli onori di casa il Presidente dell’associazione Carlo De Marco mentre a coordinare i lavori sarà Massimo Marzilli, giornalista e speaker radiofonico. Splendida chiosa della parte culturale della manifestazione sarà la presenza della ballerina e percussionista Oriana Iannetta che dimostrerà come di paese in paese possano variare i passi della ballarella. “Abbiamo la fortuna – spiega il Presidente dell’Associazione Carlo De Marco – di avere molti amici competenti che di anno in anno ci aiutano a divulgare la nostra storia, delle radici troppo spesso recise in favore di altre storie, altri percorsi. La pizzica, la tammurriata e la tarantella calabrese sono meravigliose – conclude De Marco – ma la nostra musica non è da meno e come tale deve essere valorizzata e portata al grande pubblico”. L’intero evento sarà trasmesso in streaming sulla web radio Radio Panda 80 ed è stato organizzato con la partner ship de L’Inchiesta quotidiano
Tra musica e ricerca, il Piccolo Laboratorio Popolare
Il Piccolo Laboratorio Popolare è nato nel 2011 per volontà di Carlo De Marco che, attraverso questo gruppo musicale e Associazione, si prefissava l’intento di recuperare le tradizioni musicali del Centro Sud Italia, con un occhio di riguardo per la ballarella, ritmo tipico del Basso Lazio e quindi della zona di crescita del Piccolo Laboratorio Popolare. Proprio per questa l’associazione Piccolo Laboratorio Popolare si è fatta promotrice della Festa della Ballarella, di cui il 18 maggio 2013 si è svolta la prima edizione con un notevole successo di pubblico. Ma la divulgazione della cultura musicale tradizionale passa anche attraverso l’insegnamento dell’arte di suonare gli strumenti tipici della tradizione e per questo l’associazione, a partire dal mese di ottobre 2013, in collaborazione con alcuni amici, darà il via a corsi di formazione di danze tradizionali, organetto diatonico, tamburi a cornice, zampogna, ciaramella, viola e violino. L’attività del Piccolo Laboratorio Popolare prevede anche serate di musica dal vivo, sia nei locali che nelle piazze, con un repertorio che spazia dalla ballarella alla pizzica salentina, dalle tarantelle calabresi alle tammurriate campane.

183
Da: ; ---- Autore: