Il Cassino sbaglia, il Brindisi ringrazia – Perde il Cassino 3 a 1 in trasferta, pareggio scialbo casalingo per l’isola Liri 1 a 1

Chi sbaglia paga, mai detto fu così veritiero, dopo aver sciupato innumerevoli occasioni la truppa di mister Pellegrino è costretta a tornare a mani vuote dalla prima delle due trasferte consecutive.Sul terreno dello stadio Franco Fanuzzi di Brindisi vincono i padroni di casa per 3 a1 dopo 95 minuti d’emozioni e d’occasioni mancate soprattutto da parte dei giocatori del Cassino che non raccolgono punti.
Deve rinunciare mister Pellegrino ancora ad Indiveri e Scattaticci infortunati ma il suo Cassino mostra da subito il piglio della grande squadra tanto da sfiorare ripetutamente la rete nei primi 45 minuti di gioco soprattutto con il suo bomber Adil Mezgour capace impegnare più volte l’estremo difensore brindisino che si esalta sulle bordate da fuori del nostro giocatore, da registrare un paio di limpide occasioni, una per tempo con Adil a tu per tu con il portiere con palla incredibilmente fuori in entrambe le situazione, incredibile.
Ci si mette anche la traversa a negare la rete al Cassino con un bolide dalla distanza di Giannone che centra il legno a portiere battuto. Finisce il primo tempo sullo 0 a 0 ma con tanti rimpianti.
Si riparte e subito le cose cambiano al primo minuto della ripresa, quando Merli Sala insacca alle spalle del suo portiere un cross dal fondo, autorete e Brindisi in vantaggio.
Cassino scatenato alla ricerca del pari che non si concretizza per la cattiva giornata dei suoi rifinitori, proprio nel momento della massima spinta il centravanti brindisino Barbosa compie un bel gesto atletico e trafigge da fuori l’incolpevole Amadio, 2 a 0 e gara apparentemente finita visto che il minuto era il 40, invece il nuovo entrato Frisenda accorcia le distanze segnando la prima rete in casacca azzurra dando speranze al Cassino, ma le cose si rimettono subito male perché neanche 30 secondi dopo ancora Barbosa insacca un goal fotocopia di quello precedente con l’apoteosi per il pubblico locale.
La gara finisce con Adil Mezgour che scoppia in un pianto nervoso per avere sciupato delle occasioni favorevoli e che riceve l’abbraccio dei suoi compagni e degli splendidi 20 tifosi scassinati presenti a Brindisi.
Peccato occasione persa.
Pareggia invece l’Isola Liri impegnata sul proprio terreno di gioco contro una diretta concorrente per la salvezza, il Noicattaro, la gara si chiude sul punteggio di parità con una rete per parte tutte e due in pochi minuti con i padroni di casa in vantaggio.
Purtroppo l’isola non ne approfitta e scivola in ultima posizione pur se in coabitazione con altre due formazioni e domenica prossima sempre in casa arriva la temibile Scafatese per una gara assolutamente da sbagliare.
Per il Cassino viaggio in Sicilia in casa del Siracusa, si gioca nella città natale del tecnico Pellegrino che vorrà fare bella figura davanti ai suoi concittadini, la gara assegnerà la quinta posizione in classifica ultima utile per accedere ai play-off anche se è presto per parlare di queste cose.
La gara sarà possibile ascoltarla integralmente sulle frequenze di RadioCassinoStereo e sul web grazie ad ARCENEWS.IT

 

47
Da: ; ---- Autore: