Il comizio del sindaco e questione fabbricato sequestrato – Per ‘Socialismo 2000 per il Partito del Lavoro’

Apprendo dalla stampa locale che domattina il sindaco Roberto Simonelli farà scattare l’ “operazione verità” in piazza Umberto I con un comizio che ad un anno dalle prossime elezioni sembra dia luogo ad un tintinnar di sciabole. Quindi domattina appuntamento alle 11 di domani mattina in piazza Umberto I per ascoltare cosa ci dirà l’”Imperatore” di Arce e saremo ascoltatori attenti soprattutto per avere l’interpretazione autentica circa le recenti dimissioni di Marco Marzilli che ha rimesso le deleghe al Bilancio e si è dichiarato indipendente, dando l’ennesimo segnale della rottura della luna di miele con la cittadinanza arcese e poi con la sua stessa squadra da parte del Sindaco. Sono curioso di conoscere quali scuse addurrà il sindaco per giustificare una situazione economico-contabile esplosiva con la rimozione del funzionario vincitore di concorso e sostituito con un “esterno” scelto “intuitu personae”, un contenzioso enorme, incarichi affidati e da onorare senza alcuna possibilità di contropartita in termini di finanziamenti, appalti affidati nonostante i finanziamenti andati in perenzione, opere pubbliche iniziate in carenza della copertura finanziaria, tentativi di affidare incarichi clientelari, finanziamenti revocati, desertificazione della capacita tecnico-burocratica del Comune, eccetera. Immagino che la risposta “standard” sarà che la colpa è tutta delle opposizioni ma tale cosa non ci tocca, la minoranza c’è e ci sarà sempre e  farà la sua parte, come l’ha sempre fatta da quel giugno del 2009. Tuttavia nonostante i problemi siano visibili, c’è la “squadra” di “Pasdaran” della rivoluzione simonelliana che continua a fare finta di nulla, esponendo il paese a situazioni di grave crisi debitoria a seguito di tutta una serie di finanziamenti revocati. A tale proposito l’ultima notizia che mi è giunta stamane è che il ns. comune perde  pure il finanziamento per la riattazione della villa sequestrata alla criminalità organizzata. Mi aspetto un chiarimento politico in tal senso ma soprattutto mi si dovrebbe dire perchè quell’abitazione sequestrata ed affidata al comune di Arce sta andando in malora senza essere utilizzata per fini pubblici o affidata ad esempio all’associazione LIBERA di Don CIOTTI………….xchè questa inerzia??????

250
Da: ; ---- Autore: