Il Comune riassorbe due impiegate in servizio nel Consorzio museale – Saranno pienamente operative già da domani

ARCE – Il comune assorbe i lavoratori del Consorzio Museale “Valle del Liri”.
Da domani il comune di Arce potrà contare su due nuove impiegate. La giunta municipale, la scorsa settimana, ha deliberato la modifica alla dotazione organica dell’ente. La chiusura del Consorzio (di cui facevano parte i comuni di Arce, Ceprano, Pastena e Sora) ha determinato la problematica, non semplice, inerente il personale impiegato. Ogni ente starebbe riassorbendo una quota dei dipendenti, cercando di salvaguardare i lavoratori. Nel caso di Arce sono due signore con la mansione di guida museale part-time, che ora, una volta in pianta organica, potrebbero essere addette anche in un nuovo settore. La manovra del comune, da quanto è dato sapere, sarebbe supportata dai diversi pensionamenti avvenuti in questi ultimi anni, da una perenne condizione dell’ente municipale di carenza organica e da una copertura finanziaria adeguata. Tuttavia il passaggio del personale non è un’azione scontata. Il comune di Arce, nella sua storia, ha effettuato pochissimi concorsi pubblici, privilegiando l’accesso al pubblico impiego tramite vie alternative e forse più comode alla politica. Di certo, vanno tutelate le persone già impiegate, ma, ogni tanto un’opportunità (che garantisca pari condizioni di accesso e di merito) andrebbe offerta anche ai tanti giovani precari o disoccupati che vedono l’impiego pubblico come un vero e proprio miraggio.

35
Da: ; ---- Autore: