‘Il consigliere Calcagni rema contro il paese’ – Atto d’accusa del sindaco

ARCE – «Calcagni lavora contro il bene del paese: ecco le prove».
Prosegue  con colpi di scena eclatanti la querelle tra gli ex compagni della lista civica “Liberamente per Arce”. In una nota il sindaco, a nome della sua Amministrazione comunale, ha spiegato con un documento alla mano (una lettera della Regione Lazio arrivata qualche giorno fa in Municipio) come l’ex assessore stia mettendo i bastoni tra le ruote su alcuni finanziamenti previsti per la palestra comunale.
«I cittadini – spiega Roberto Simonelli – devono sapere qual è l’azione politica di questo consigliere. Calcagni sta facendo di tutto per impedire al paese di crescere. Da un lato finge di essere il buon consigliere che vuole solo controllare l’operato dell’Amministrazione e dall’altro invece, mostrando la sua vera indole, scrive ai funzionari regionali per dire di verificare se il nostro Comune ha diritto a un finanziamento per ristrutturare la palestra comunale adiacente le scuole».
«Da quando ho inviato la sua nota alla Regione Lazio – spiega ancora -  è stato necessario ribadire più volte che abbiamo i requisiti per ottenere il finanziamento, e, se per motivi diversi, non rientreremo più tra i beneficiari, la cittadinanza dovrà ringraziare il consigliere Calcagni per il bel gesto compiuto a danno di tutte quelle persone (scuola e associazioni varie)  che a diverso titolo potrebbero utilizzare l’immobile».
«Questa – ha sottolineato ancora il primo cittadino – è una prova chiara e oggettiva di come fa politica Emanuele Calcagni. Un modo di fare che non ha nulla a che vedere con i nostri intenti, tesi al bene pubblico. Prima di parlare dei ritardi dell’Amministrazione comunale parlasse della sua assoluta inefficienza quando ricopriva il ruolo di assessore ai Lavori pubblici».
«Verrà probabilmente ricordato – ha concluso Simonelli – per le sue assenza dovute agli incarichi politici ricevuti in altri Comuni e per le opere pubbliche che partirono dopo la sua uscita dall’Amministrazione comunale».

27
Da: ; ---- Autore: