Il j’accuse al Consorzio – Bonifica del territorio: quali interventi sono stati effettuati e quali previsti?

ARCE – «Diteci come utilizzate i soldi dei cittadini!».
E’ il “j’accuse” del consigliere comunale Marcello Marzilli. L’ex assessore non fa sconti al Consorzio di Bonifica della “Valle del Liri” e sollecita gli amministratori a far sapere quali interventi sono previsti per il territorio di Arce.
«Siamo di fronte a una bonifica inesistente – dice Marzilli – fossi e torrenti che scorrono sul territorio comunale e confluiscono nel fiume Liri, mettono a rischio l’assetto idrogeologico perché in stato d’abbandono. Il Consorzio di Bonifica è latitante. Come consigliere – ha aggiunto – voglio sapere che cosa prevede il Piano di Bonifica per il comune di Arce. Quali interventi di sistemazione idraulica saranno posti in essere per affrontare i gravi e potenziali pericoli di dissesto che gravano nelle nostre terre anche in conseguenza dei sempre più frequenti e avverse precipitazioni meteorologiche. Ritengo – ha spiegato ancora Marcello Marzilli – che i due o tre interventi annuali effettuati con braccio meccanico non siano sufficienti a far fronte alle reali esigenze se non c’è un intervento consistente e strutturale ben programmato. I torrenti tornano a ingrossarsi e a minacciare il territorio circostante e mi chiedo, siccome i cittadini pagano il Consorzio, è giusto che questo faccia bene il suo lavoro e dica quale siano gli interventi in programma e quale l’impegno sul territorio arcese».
Lo scorso anno, c’è da dire, anche l’Amministrazione comunale del sindaco Roberto Simonelli si fece promotore di un incontro pubblico con la cittadinanza, al fine di raccogliere opinioni e proposte sull’attività del Consorzio e farsi portavoce presso i dirigenti dell’Ente di Cassino.
 

147
Da: ; ---- Autore: