Il Pdci scende in piazza a difesa dell’aricolo 18 – La sezione ‘Peppino Impastato’

ARCE – Comunisti italiani in prima linea contro la modifica dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.
La sezione “Peppino Impastato” di Arce ha promosso una serie di iniziative per manifestare la propria contrarietà al provvedimento che il Governo Monti si appresta a varare. Domenica scorsa si è tenuto un pubblico comizio e in concomitanza è stato organizzato un banchetto per la raccolta firme contro la modifica dello statuto dei lavoratori.
«Sono numerose le firme raccolte in tutt’Italia ed anche nella nostra cittadina – ha detto Giuliano Sera, membro della segreteria provinciale del partito – a testimonianza del malessere generale che stiamo vivendo. C’è bisogno oggi più che ieri – ha spiegato ancora Sera – di un vero cambiamento, di un diverso modo sociale che metta al centro l’essere umano. Più uguaglianza, più solidarietà. La sezione del Pdci sarà a disposizione di quanti volessero ancora firmare la petizione. La Federazione della Sinistra, per dare voce a quanti stanno pagando pesantemente questa crisi, sta organizzando una manifestazione nazionale a Roma per il 12 maggio alle ore 14. Dalla nostra provincia partiranno numerosi bus, portiamo forte anche la voce di Arce partecipando numerosi. Per maggiori informazioni potete contattare il numero telefonico 3480394114».
Gli interventi di piazza Umberto I, dopo una breve introduzione fatta dallo stesso Sera, sono stati quello del segretario provinciale del Pdci, Orlando Cervoni, e quello dell’assessore all’Ambiente del comune di Arce Vincenzo Colantonio. Quest’ultimo avrebbe così formalizzato un ritorno al partito della falce e martello che, sicuramente, non mancherà di sollevare nei prossimi giorni numerose polemiche politiche.

22
Da: ; ---- Autore: