Il ricco calendario del ‘Frantoio’ – Tra poesia, giochi e note napoletane

ARCE – L’associazione “Il Frantoio” ha presentato le attività culturali programmate per la primavera-estate 2010.
Il presidente del circolo di piazza Umberto I, Renato Maori, ha reso noto il calendario delle manifestazioni che il sodalizio intende organizzare nell’ambito dell’estate arcese. Si parte con la settima edizione del concorso di Poesia “Città di Arce – Mario Fraioli” prevista per il 29 maggio. Dal 15 aprile al 15 giugno, nella galleria di piazza Umberto I si terrà la mostra pittorica di Masi, mentre dal 16 al 30 giugno è in programma l’esposizione del pittore Leonardo De Magistris. Per quanto riguarda, invece, le rassegne musicali, l’associazione ha in cantiere l’evento dal titolo “Viva Napoli” con il gran galà delle canzoni classiche e tarantelle. Una serata sarà dedicata alla musica dal vivo con i gruppi musicali emergenti, mentre ancora un appuntamento sarà dedicato a un gruppo etnico popolare arcese. Nella sezione “serate in piazza” è prevista una sfilata di moda con la partecipazione di personaggi dello spettacolo e una con un cabarettista proveniente dai programmi tv più blasonati.
Il 20 e 21 giugno, invece, sarà la volta della seconda edizione della “Festa in campagna: all’ombra della quercia”, appuntamento popolare con giochi, balli e tradizioni di una volta. Per quanto riguarda la partecipazione al concorso di poesia, va ricordato che la competizione si articola in due sezioni: componimento poetico in lingua italiana e partecipazione libera.
A copertura delle spese organizzative è richiesto un versamento di una quota di partecipazione pari a cinque euro per ogni componimento, fino ad un massimo di tre. In gara sono ammesse solo opere originali che dovranno pervenire in busta chiusa, firmate e complete di indirizzo e recapito del compositore, entro e non oltre le ore 19 del 15 maggio, presso la sede del centro culturale di Arce.
«Il centro – ha detto il presidente Maori – si pone sempre più come luogo di propulsione culturale delle diversi arti. Un ruolo che in questi ultimi anni sta riscontrando un forte apprezzamento e che ci spinge ad operarci al meglio. Chiunque – ha concluso – fosse interessato a conoscere ulteriormente le attività del centro o a collaborare alle diverse iniziative, può contattarmi al numero 335/8257687».

56
Da: ; ---- Autore: