Il ricordo del sindaco galantuomo – Ieri nella chiesa parrocchiale

ARCE – Un ricordo ancora vivo.
E’ quello legato a Giuseppe Corsetti, sindaco del paese, scomparso prematuramente un anno fa.
Ieri, nella chiesa parrocchiale, familiari, amici e semplici cittadini lo hanno voluto ricordare con una celebrazione eucaristica in sua memoria.
La sua figura di “galantuomo”, così come l’aveva definito il parroco don Ruggero Martini nell’omelia dell’esequie, è ancora viva nella comunità arcese.
La sua assenza si è fatta sentire in quanti lo hanno conosciuto come amministratore, come presidente del circolo bocciofilo, come dirigente delle Ferrovie dello Stato, come semplice amico, padre e marito.
Un vuoto probabilmente incolmabile se non per quel sentimento di benevolenza che i suoi concittadini portano nel loro cuore, assieme alla sua sconfinata disponibilità e a quel sorriso, che non faceva mancare mai a nessuno.

44
Da: ; ---- Autore: