‘Illazioni che tradiscono la ferita ancora aperta della sconfitta elettorale – La risposta colpo su colpo

ARCE – «Le dichiarazioni di Marcello Marzilli? Segno evidente che non è stata ancora digerita la sconfitta elettorale».
L’assessore al Bilancio e capogruppo di maggioranza, Marco Marzilli, risponde colpo su colpo alle accuse mosse sul proprio operato dal consigliere di minoranza ed ex compagno di giunta.
«Mi sorprendono – scrive Marco Marzilli – i contenuti di certe dichiarazioni soprattutto se queste provengono da chi è stato amministratore e anche (seppur per un breve periodo) assessore al Bilancio. E’ sciocco – fa notare l’assessore – presentare un’interrogazione su questioni “tecniche” e poi, se quei dati non ci stanno bene perché favorevoli all’attuale maggioranza, fuorviare il discorso e lasciarsi andare a sterili polemiche. Forse sarà un caso, ma nel corso del 2009 il picco massimo di interessi pagati al tesoriere si è avuto nel primo trimestre, proprio quando il “nostro” era assessore al bilancio. Poi – aggiunge ancora – gli interessi sono via via diminuiti con il passare dell’anno finanziario, fino a chiudere l’anno in attivo. Il consigliere Marzilli – rincara ancora il capogruppo – dovrebbe sapere che questa amministrazione, con delibera di giunta n.59/2009, ha approvato misure organizzative per garantire la tempestività e certezza dei pagamenti alle ditte fornitrici e proprio a seguita di questa, i tempi di pagamento si sono notevolmente ridotti». Ma il giovane avvocato rispedisce al mittente anche le illazioni su presunte fatture sospette. «Dovrebbe essere il consigliere Marzilli a spiegare al sottoscritto come si è arrivati all’affidamento dell’incarico alla società Adecco – riprende Marzilli -. In merito alla natura delle determine, è bene precisare che sono atti gestionali di competenza dei responsabili di ufficio, che se ne assumono piena responsabilità, soprattutto in presenza di parere scritto sfavorevole. Inoltre la determina in questione, è stata emessa a seguito di somministrazione di lavoro per il servizio di refezione scolastica per i primi mesi del 2009, periodo in cui questa amministrazione non era in carica e il sottoscritto aveva già rassegnato le dimissioni da assessore al Bilancio. Mi preme ricordare al consigliere Marzilli – ha concluso l’assessore – che se dovesse avere ancora qualche dubbio, può rivolgersi agli organi gestionali e di controllo dell’ente a cui sono deputati le specifiche competenze».

59
Da: ; ---- Autore: