Illeciti ambientali, una denuncia – Smaltiva acque, rifiuti speciali ed emissioni in aria senza autorizzazione

 

ARCE – Smaltimento scarico di acque meteoriche, deposito e gestione di rifiuti comuni e speciali ed emissioni in atmosfera.
Il tutto senza regolare autorizzazione.
Sono queste le accuse che pendono sulla testa del 37enne C.E., residente a Frosinone ma titolare di un’impresa individuale specializzata nella fabbricazione di pitture, vernici, smalti, inchiostri da stampa e adesivi sintetici, con sede ad Arce.
L’imprenditore è stato deferito in stato di libertà dai carabinieri di Arce, al comando del maresciallo Gaetano Evangelista, venerdì sera, durante un servizio teso a contrastare la commissione dei resti in materia ambientale.
Gli accertamenti effettuati dai militari operanti, sotto la guida della Compagnia di Pontecorvo, agli ordini del capitano Pierfrancesco Di Carlo, coadiuvati dal personale dell’Arpa Lazio di Frosinone, hanno consentito di verificare che nel piazzale dello stabilimento le acque di dilavamento convogliavano, mediante una rete di raccolta, verso un ruscello adiacente in assenza di qualunque trattamento preventivo; erano depositati, senza la prevista autorizzazione, rifiuti speciali pericolosi.
All’interno dell’edificio che ospita i macchinari della ditta, poi, era presente una ventola per il rilascio dell’aria che provvedeva a convogliare all’esterno gli effluenti provenienti dalle sottostanti lavorazioni, senza preventivo trattamento/abbattimento delle sostanze inquinanti presenti.
Lo stabilimento, della superficie complessiva di circa 3000 metri quadrati, sono stati sottoposti dai carabinieri di Arce a sequestro preventivo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

43
Da: ; ---- Autore: