Infiltrazioni, cresce la polemica – L’Amministrazione comunale rassicura: si è trattato di un problema minimo. L’edificio è stato sottoposto a importanti lavori di ristrutturazione

ARCE – Sulle infiltrazioni di acqua piovana nell’edificio delle Scuole Elementari di Arce è bagarre.
Nei giorni scorsi, a causa delle copiose precipitazioni, sarebbero stati rilevati dal personale scolastico riversamenti di acqua sulle controsoffittature di alcune aule ubicate al primo piano dell’edificio scolastico di via Guglielmo Marconi. I tecnici del Comune hanno prontamente eseguito un sopralluogo, individuato e risolto il problema nel giro di pochi giorni. La notizia, trapelata soltanto qualche giorno fa, però, ha provocato un certo clamore in considerazione del fatto che lo stabile in questione è stato da poco ristrutturato e oggetto di accese polemiche tra alcuni genitori e l’ente di via Milite Ignoto, in relazione al rilascio da parte dell’Ufficio Tecnico comunale di una agibilità provvisoria. Il consigliere di minoranza Marcello Marzilli si è interessato dell’accaduto e ha invitato una nota all’assessore alla Pubblica Istruzione Vincenzo Colantonio, al funzionario responsabile dell’Utc e al dirigente del Genio Civile di Frosinone.
«Alla luce del fatto che lo stabile oggetto delle infiltrazioni è stato interessato di recente da importanti lavori di ristrutturazione – si legge in un passaggio della missiva – chiedo di conoscere le cause di queste infiltrazioni e contestualmente invito l’amministrazione comunale a mettere in mora la ditta esecutrice dei lavori. Al dirigente del Genio Civile – scrive ancora Marzilli – chiedo invece di verificare la sicurezza dell’immobile in considerazione di quanto segnalato, dagli esposti precedentemente presentati e non ultimo l’imminente inizio del nuovo anno scolastico».
Intanto dall’Amministrazione comunale minimizzano e rassicurano sull’accaduto.
«Si è trattato – dicono gli assessori Colantonio e Germani – di un piccolo problema di riversamento di acqua piovana proveniente dalla particolare conformazione della gronda alla romana dell’edificio. Questa – aggiungono gli amministratori – è risultata ostruita da alcuni nidi di uccelli e diversi detriti che hanno causato l’infiltrazione, per altro molto modesta, in una sola classe del primo piano. Comunque, è stata subito disposta la pulizia della gronda e la sostituzione dei pannelli di cartongesso interessati. Oltretutto il tetto e la grondaia non sono stati oggetto degli ultimi lavori di ristrutturazione e quindi – concludono – il tutto può essere ricondotto alle abbondanti piogge dei giorni scorsi e alla necessità di mantenere costantemente pulite le grondaie e i relativi discendenti».
129
Da: ; ---- Autore: