L’ Arce spaventa la prima della classe – N. Itri – Arce 1 a 1

E’ mancata solo un po’ d’esperienza in più e la giusta dose di fortuna, e avremmo benissimo potuto fare il colpaccio in quel della blasonata prima in classifica, la piccola ed umile Arce si è presentata nel sontuoso stadio di Itri con tutta l’umiltà di una squadra che mira solo alla salvezza, ma sul bel tappeto verde della città oltremonti, nessuna riverenza, i gialloblu hanno letteralmente messo alle corde forse la più titolata pretendente alla vittoria finale.La gara: si comincia con una prima mezzora solo di marca Arcese, i reparti avanzati, in Montuori, Parisi, Compagnone, De Luca ed il rinato Manco gettano lo scompiglio nell’area dell’Itri, vengono sostenuti da un gran reparto difensivo con l’ immenso Massimo de Santis, Maione, Gentile, ed il potente Guadagno, Ricci e Spiridigliozzi raccordano difesa ed attacco in modo egregio, manchiamo il gol in un paio di occasioni con una rovesciata al volo di Manco ed assolo di De Luca faccia a faccia con Camuso, portiere dell’Itri, che per un vero miracolo si ritrova il pallone tra le braccia.Purtroppo il detto, "gol mancato gol subito" qualche volta c’indovina, in un innocuo calcio d’angolo basso da destra, c’è una corta respinta, riprende dall’esterno il n. 7 Del Bove, che con il classico tiro della domenica, infila la porta di De Santis per il vantaggio dell’Itri, come dicevo sopra, la nostra giusta inesperienza, ci fa un po’ sbandare e rischiamo di subire il raddoppio, ma teniamo fino al riposo.Nel secondo tempo, rientriamo convinti che in effetti siamo superiori, già al sesto minuto, Manco ci fa sobbalzare con un tiro da 25 metri che va a stamparsi sulla traversa nel sette sinistro di Camuso, è il prologo del pari, guadagniamo un calcio di punizione circa 30 metri dalla porta avversaria, batte il possente Gentile a tagliare tutta l’area, entra a sfiorare l’onnipresente Emiliano De Luca e devia di quel poco nell’angolo basso sinistro, a mettere fuori causa il portiere, è l’ 1a 1.Adesso sono gli uomini dell’Itri a sbandare follemente, subiscono le nostre ripartenze in modo pauroso, gli permettiamo al massimo di arrivare nella nostra trequarti, in una di queste, purtroppo ancora lo sfortunato Campolo si mancia letteralmente il gol del vantaggio deviando fuori, a fil di palo a portiere battuto, successivamente reagisce ad una netta provocazione del n. 2 Calenzo e si fa espellere insieme all’avversario, ci portiamo alla fine della gara premendo ancora e difendendo un pareggio prezioso per noi, che sicuramente avremmo firmato prima della gara, la marcia di avvicinamento alla quota salvezza continua.

Gli schieramenti
Nuova Itri: Camuso, Calenzo, Spirito, Pelliccia, Patriarca, La Rocca, Del Bove, D’Acunto, Lampitelli, Mallozzi, Cacciamano, a disp. : Paduano, Spirito, Masella, Mauro, Di Sena, Filosa, Albano. All. Sig. Caneshi

Arce: De Santis, Maione, Gentile, Guadagno, Ricci, Spiridigliozzi, MOtuori, Parisi, Compagnone, De Luca, Manco, A disp. La Valle, Proia, Belli, Campolo, Arcese, Vittorelli, Patriarca.  All. Sig. Patriarca

Arbitro : Sig. Valente di Roma 1, 1° ass. te  Sig. Migliacci di Roma 2,  2° ass. te sig. Mastrucci di Tivoli

Fotoservizio di Franco Germani

28
Da: ; ---- Autore: