La battaglia dei mutui – Il sindaco aveva attaccato i suoi predecessori sull’utilizzo dei prestiti. Pronta la risposta di Marzilli: Simonelli c’era nelle precedenti amministrazioni. Il primo cittadino ha approvato la rinegoziazione dei debiti verso la Cassa depositi

Il consigliere di minoranza Marcello Marzilli bacchetta il sindaco Simonelli.
E’ polemica sulle esternazioni fatte dal primo cittadino riguardanti i mutui contratti dai suoi predecessori. Marcello Marzilli, ex assessore alle Politiche Sociali e responsabile locale del movimento “Noi con Salvini” ha duramente criticato le parole del sindaco.
«Al sindaco di Arce attuale – ha esordito Marzilli – risponderanno sicuramente i diretti interessati che sono stati chiamati in ballo in modo proditorio e, come al solito, inopportuno. Per un triplice ordine di motivi. Il primo – spiega l’ex assessore – è che le “condizioni storiche” in cui i mutui furo contratti erano quelle che erano e, al tempo, la scelta dei mutui era ritenuta fruttuosa e virtuosa. Il secondo è che le “economie” e i “residui” dei pregressi mutui sono stati ampiamente utilizzati dall’amministrazione Simonelli. Il terzo è che questa amministrazione non ha contratto nuovi mutui perché non poteva farlo, stante le attuali norme di finanza pubblica. Ma, nel contempo, però, Simonelli non dice che ha fatto spesso ricorso alle anticipazioni di cassa che altro non sono che mutui velati. Per non parlare delle responsabilità dell’attuale sindaco nelle scelte fatte dalle precedenti amministrazioni di cui, dal 2001 in poi, è stato assessore, vicesindaco e sindaco vicario. Non faceva il passacarte e i Bilanci li votava insieme al sindaco Gino Germani e al compianto sindaco Corsetti. Quindi anche sue sono le colpe se il Comune oggi si trova in questa situazione. Di particolare cattivo gusto ho trovato poi il fatto che Simonelli abbia citato tra i sindaci “indebitatori” anche Giuseppe Corsetti. Questo perché se Roberto Simonelli è sindaco lo deve soprattutto a Giuseppe Corsetti che lo volle come vicesindaco e lo lanciò come candidato sindaco nel 2009 sostenendolo, con le sue ultime forze, in modo intenso e leale. Perché le informazioni che Simonelli riferisce sul mutuo contratto per il Cimitero sono tutte da verificare. E soprattutto perché, ora – ha concluso Marzilli – Giuseppe Corsetti non può più smentirlo e rispondergli».
Una questione che sta infiammando il dibattito politico nel paese e al quale sono attese pronte risposte dal sindaco e dalla sua maggioranza, nonché dal altri membri dell’opposizione. Ricordiamo che il sindaco Roberto Simonelli ha attaccato duramente i sindaci che in passato hanno contratto mutui a totale carico delle casse comunali. E lo ha fatto durante la seduta del consiglio comunale nella quale ha approvato la rinegoziazione dei debiti verso la Cassa Depositi e Prestiti.

55
Da: ; ---- Autore: