La carica dei ‘cinquecentisti’ – Una giornata vissuta all’insegna del divertimento sul territorio

COLFELICE – Un successo riconfermato anche nell’edizione 2010, quello riscosso nel raduno delle Fiat 500 e delle auto d’epoca che si è tenuto nei giorni scorsi a Colfelice.
I due eventi, in un unico appuntamento, hanno raggiunto rispettivamente la quinta edizione per il raduno delle Fiat 500 e la sesta per il memorial “Giovanni Iannarilli” dedicato alle auto d’epoca. L’organizzazione è stata curata in ogni particolare dal “Fiat 500 club Italia” di Frosinone, che ha accolto i partecipanti offrendo loro una prima colazione calda. La mattinata è cominciata con un cielo nuvoloso e anche qualche gocciolina di pioggia, ma dopo un paio d’ore, mentre continuavano ad arrivare i veicoli partecipanti, le nuvole hanno lasciato spazio al sole.
Mezzi di ogni tipo e personalizzati come solo gli appassionati riescono a fare hanno reso unica questa edizione a cui hanno preso parte anche una motoape, un fuoristrada, un sidecar e delle moto. Per la prima volta la manifestazione ha avuto il piacere di registrare la partecipazione di una signora centenaria che si è goduta lo spettacolo a bordo di una Fiat 500 gialla con due damigiane sopra il portabagagli. L’apertura ufficiale della manifestazione è avvenuta con i saluti del sindaco Bernardo Donfrancesco davanti a un folto pubblico che riempiva piazza del Municipio e con la presenza del presidente del “Fiat 500 club Italia” di Frosinone, Gaetano Serrecchia e della maglie e la figlia del compianto Giovanni Iannarilli. Alle ore 11, le 181 automobili partecipanti, provenienti in buona parte dalle regioni del centro Italia, hanno acceso i motori e dato vita a un serpentone che ha raggiunto i 3 chilometri di lunghezza. Le storiche auto hanno sfilato sulle vie del Comune di Colfelice e si sono dirette nella vicina Roccasecca, dove i partecipanti, accolti dal vicesindaco Antonio Mario Isola, hanno potuto fare una sosta per consumare un aperitivo accompagnato da un gradito pezzo di pizza. Poi, il giro turistico è ripartito alla volta dei Comuni di Ceprano per arrivare, infine, al kartodromo “Valle del Liri” di Arce, dove è stata data la possibilità di fare un giro di pista a tutti i veicoli partecipanti. La giornata è proseguita nell’adiacente ristorante Fini, dove le oltre 400 persone degli equipaggi iscritti hanno potuto consumare il pranzo, reso interessante anche da una simpatica lotteria che ha preceduto le foto di rito e la premiazione.
Sono stati premiati le associazioni, i club e i gruppi rappresentati da Enzo Chiugi di Subiaco, Vittorino Guerra e Mario Alonzi di Sora, Vincenzo Tuccinardi di Scauri-Minturno, Gennaro Paone di Formia, Tommaso Muffini di Roccamonfina, Aldo Crivellaro di Latina, Antonio Pacella di Avezzano, Severino Del Signore di Pontecorvo, Ennio Luchin del Bianchina Club di Latina, Pasquale Spennato di Scauri.
Appuntamento al prossimo anno.
 

21
Da: ; ---- Autore: