La differenziata verso il 50% – Colantonio: risultati lusinghieri

 

ARCE – «Differenziata verso il 50%, un successo tutto dei cittadini».
L’assessore all’Ambiente, Vincenzo Colantonio parla dell’andamento del porta-a-porta nei primi due mesi del 2011. Risultati lusinghieri che vanno però inquadrati nelle scelte compiute dall’amministrazione comunale, che ha optato per un passaggio “soft” al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti ed un’attenuazione del processo molto graduale.
«Con il mese di febbraio – ha detto Colantonio – ci avviamo verso il 50% di rifiuti differenziati. Un risultato lusinghiero, frutto dell’impegno dei cittadini. Ed è per questo che a nome di tutta l’amministrazione desidero ringraziarli perché sono loro i principali artefici di un successo che di sicuro non è il frutto di una costrizione imposta, ma di una responsabilità civica che sta crescendo di giorno in giorno. Leggo dai giornali – prosegue ancora Colantonio – dei buoni risultati ottenuti da altri comuni e sono contento perché la realizzazione di un progetto così importante è significativo di una società, nella sua complessità, che cresce. E’ doveroso comunque fare presente che ad Arce. Probabilmente unica realtà nella nostra provincia, il progetto di raccolta porta a porta si sta realizzando senza contributi esterni e solo con il bilancio comunale. Auspichiamo, anche alla luce degli impegni pubblici presi dall’assessore De Angelis, che questi fondi già deliberati arrivino, ma tutto quello che è stato fatto fino ad oggi, compresa l’isola ecologica in via di realizzazione, è solo il frutto delle politiche oculate e dei risparmi dell’amministrazione. Va detto anche che il nostro risultato è eccezionale innanzi tutto perché è calcolato su tutte le utenze comprese quelle del centro storico dove il progetto non è ancora attivo e poi perché non conto del rifiuto organico non conferito a seguito dell’incentivo. E’ ipotizzabile che questi fattori incidano per un ulteriore 10%, come un buon 10-15% può venire dall’entrata in funzione dell’isola ecologica. Certo – ha concluso – si può fare di più ed è per questo che stiamo mettendo in cantiere nuove iniziative che presto renderemo pubbliche».

 

35
Da: ; ---- Autore: