La maggioranza si spacca – L’opposizione con Sara Simone

L’opposizione si schiera al fianco del presidente del consiglio comunale. All’indomani della presa di posizione di Sara Simone sulla vicenda dei pasti caldi a scuola, non mancano le reazioni su quello che ora rischia di diventare un vero e proprio caso politico.
La maggioranza, che sull’argomento si è riunita nei giorno scorsi, sembrerebbe spaccata con un sindaco intento a minimizzare sull’accaduto e buttare acqua sul fuoco.
Intanto l’opposizione fa quadrato attorno alle parole del presidente del consiglio comunale e torna a chiedere un chiarimento politico.
«Prendiamo atto con piacere della presa di posizione senza precedenti della presidente Simone – ha detto il capogruppo Roberto D’Auria – e ci uniamo alla sua richiesta di chiarimento delle responsabilità. D’altra parte noi nell’ultima campagna elettorale avevamo come principale prerogativa quella di offrire ai cittadini la massima trasparenza. Cosa che in questa amministrazione, proclami a parte, non si vede».
«La presa di posizione di Sara Simone – ha detto il consigliere d’opposizione Sara Petrucci – è coraggiosa, fa onore alla sua persona e al ruolo che ricopre. Non eravamo abituati a presidenti del consiglio comunale super partes. Spero che ora – ha concluso – chi ha sbagliato ammetta gli errori e chieda scusa».
«Finalmente un ragionamento sembra provenire dall’amministrazione comunale». Ha commentato invece Vincenzo Colantonio. «E’ il primo atto del genere purtroppo dopo tanti fatti abominevoli accaduti e su cui nessuno ha avuto l’onestà intellettuale di assumere una posizione. Adesso ci vorrebbe il coraggio del sindaco di liberarsi della zavorra inetta e clientelare e formare un esecutivo “di livello”».
«Io sto con le parole di Sara Simone». Ci dice ancora una mamma. «A noi non interessa nulla della politica, quello che abbiamo a cuore è una scuola migliore per i nostri figli che sia in grado di trasmettere ancora certi valori».
 
203
Da: ; ---- Autore: