La manutenzione stradale? – Continuano le segnalazioni dell’esponente di “Socialismo 2000 – Partito del Lavoro” ecco per i nostri lettori il comunicato integrale del 2 aprile 2013

«Nel mentre che si continua ad aprire contenziosi con dipendenti comunali, la gestione amministrativa del nostro paese continua ad essere pessima, si è avuto modo di verificare passeggiando per alcune strade comunali che, siepi e fossi prospicienti le vie comunali suddette non permettono la corretta e sicura deambulazione dei passanti. Tale stato di degrado ed abbandono è tipica in molte contrade del paese tanto da essere stata addirittura segnalata più volte sulla stampa locale e mi chiedo come mai non si è proceduto all’acquisto del mezzo che in campagna elettorale era stato ampiamente pubblicizzato per la “ripulitura” delle strade in parola. Proprio la scarsa attenzione alle cose comuni da il segnale del menefreghismo di questa Giunta che invece di provvedere alla manutenzione ordinaria, facendo riasfaltare le varie arterie stradali ormai ridotte a gruviera, pensano soltanto a lavori in grande stile che permettono di gestire appalti milionari. Si pubblicizza tanto la raccolta differenziata ma non si è pensato alla realizzazione di un sistema di incentivi che potrebbe essere ottenuto solo con il passaggio alla Tariffa di Igiene Ambientale o TIA che è il nuovo sistema di finanziamento comunale della gestione dei rifiuti e della pulizia degli spazi comuni introdotto in Italia dal decreto Ronchi e che dovrà sostituire progressivamente la TARSU, la Tassa sui rifiuti solidi urbani. Questa rivoluzione amministrativa che ha come obiettivo di far pagare agli utenti esattamente per quanto usufruiscono del servizio (nel modo più preciso possibile), sarebbe un giusto modo di affrontare l’equità sociale. Nel programma amministrativo in fase elettorale si era sproloquiato da parte della lista “Liberamente per Arce”  che si sarebbe dotato l’illuminazione pubblica di lampade a led ammodernando cosi l’impianto rendendolo più sicuro e riducendo drasticamente i consumi d’energia elettrica fino al 70%, non abbiamo più notizie di questo risparmio ottenuto e nemmeno del potenziamento della rete pubblica di illuminazione nelle zone del paese che non hanno ad oggi tale servizio. Così come non abbiamo più notizie del completamento della rete di metanizzazione nella varie contrade ancora non raggiunte da tale servizio ed a tale proposito mi è arrivata voce che alcuni fondi accantonati per servire la zona di Puzzaca sarebbero stati stornati per un’altra opera pubblica. Si potrebbe continuare a lungo perché la demolizione politico-amministrativa del nostro Comune da parte dell’Amministrazione Simonelli+Simonelli procede a ritmo spedito. Ritengo che bisogna intervenire con urgenza, il mio recente appello alle "persone di buona volontà" è stato recepito e voglio allargarlo anche ad alcune componenti democratiche della Maggioranza che sempre con maggiori difficoltà riescono a sottostare alla volontà del “TRICICLO” attualmente al comando…..».

 

154
Da: ; ---- Autore: