‘La politica concreta di Renata Polverini ha convinto la Ciociaria – La soddisfazione per i risultati ottenuti ad Arce

ARCE – «Un grazie agli elettori e un augurio ad Adriano Roma».
Il portavoce Marcello Marzilli esprime soddisfazione per i risultati ottenuti ad Arce in occasione delle elezioni regionali. «Il successo elettorale di Renata Polverini, che è diventata Presidente della Regione Lazio, è anche una affermazione del Movimento politico locale “Arce nel Cuore – Patto per il Futuro” che, sin dal primo momento, ha sostenuto la candidatura di una donna che si faceva perfetta interprete dell’impegno e della ragione di esistere di un sodalizio che pone a base della sua azione lo sviluppo del territorio e la tutela della famiglia – ha commentato Marcello Marzilli -.
Voglio ringraziare  gli elettori di Arce che hanno votato per Renata Polverini e particolarmente quelli che  hanno voluto esprimere la loro personale preferenza  per il candidato alla carica di Consigliere regionale Adriano Roma.  Ho avuto infatti la soddisfazione – ha spiegato Marcello Marzilli – di vedere votato un  candidato esclusivamente per la forza del suo programma e non per la potenza dei mezzi messi in campo. Spero che il Pdl regionale voglia adeguatamente valorizzare il grande consenso elettorale raccolto da Adriano Roma  e non si lasci sfuggire l’opportunità di riconoscere il merito e la capacità della buona politica di raccoglie consenso e creare squadra intorno ad un grande  progetto di rinnovamento del modo di fare politica. “Arce nel Cuore – Patto per il Futuro” è un movimento per il  rinnovamento della politica e del modo di amministrare. Un Movimento che persegue una politica che punta sui giovani, sulla speranza di un futuro migliore, su una proposta razionale di riforma del sistema gestionale dei servizi alla popolazione e che pone alla sua base l’impegno disinteressato per il bene  della gente. Per questo, sin dal primo momento,  abbiamo abbracciato il programma elettorale su cui  Renata Polverini voleva puntare – ha affermato Marzilli – particolarmente in materia di tutela della famiglia. Infatti, noi pensiamo che la famiglia sia la cellula vitale della nostra società e che vada valorizzata e protetta. Famiglia – ha continuato – vuol dire  giovani, anziani, malati, donne, lavoratori. Tutela della famiglia vuol dire anche una Sanità migliore, lavoro, dignità e assistenza per tutti, prosperità economica e crescita sociale in un quadro di tutela ambientale».

40
Da: ; ---- Autore: