La proposta di Quaglieri per l’Imu in arrivo – Suggerisce di applicare l’aliquota minima al 2 per mille sulla prima casa

ROCCA D’ARCE – «Applicare l’aliquota minima dell’Imu al 2 per mille sulle prime case».
Questa è la proposta del consigliere di minoranza, Antonello Quaglieri.
Con una lettera inviata al sindaco, Rocco Pantanella, e a tutto il consiglio comunale, Quaglieri invita l’assise civica a «valutare positivamente la presente mozione per la riduzione dell’aliquota al minimo e dia di conseguenza un forte segnale di salvaguardia del bene primario della famiglia, cioè dell’abitazione adibita a propria residenza».
«La decisione di reintrodurre l’Ici (ovvero Imu) sulla prima casa costituisce un’ingiusta ulteriore afflizione per gran parte delle famiglie italiane e del nostro paese. – si legge nella missiva – Gran parte del patrimonio immobiliare appartiene ai lavoratori, pensionati e a giovani coppie che hanno avuto il torto d’investire i loro sudati risparmi nel mattone. Andrebbe allora premiato non penalizzato. Gravare i suddetti immobili di altri oneri sarebbe quindi ingiusto ed illogico. Analizzando il testo della recente manovra Monti – continua Quaglieri – si evince la possibilità, da parte dei Comuni, di tutelare i propri cittadini proprietari di “prima casa”. Difatti gli enti locali hanno la facoltà di dimezzare o aumentare del 2% l’aliquota ordinaria prevista per le abitazioni principali in modo da garantire la tutela delle fasce più deboli».

34
Da: ; ---- Autore: