La ‘scure’ comunale sugli alberi del cimitero – I cittadini protestano chiedendo spiegazioni

ARCE – Alberi abbattuti al cimitero, i cittadini chiedono di conoscere i motivi del provvedimento. La motosega “comunale” torna a colpire… senza pietà.
Dopo le decine di piante tagliate in via Magni e Guglielmo Marconi, la stessa sorte è toccata ai pini decennali all’interno del camposanto comunale.
L’abbattimento sarebbe stato sospeso per la forte pioggia, ma la paura è che continui senza che sia noto, almeno apparentemente, il motivo.
Le proteste di alcuni cittadini si erano fatte sentire già per l’intervento di via Magni, le cui responsabilità sono rimaste ignote tra amministrazione provinciale e quella comunale. Ora si torna a chiedere se sono stati fatti tutti i tentativi necessari per evitare il taglio radicale degli arbusti e, visto che si è proceduto, se è stata dimostrata l’effettiva necessità. Andrebbe tenuto sempre presente che parchi, giardini ed alberi, oltre ad avere una innegabile importanza estetica e paesaggistica, sono diventati una condizione sempre più importante per la salute fisica e psichica dei cittadini, per la qualità ambientale, per la stessa vita di relazione all’interno di un paese. In molti comuni, infatti, si è vietato l’abbattimento prevedendo un vero e proprio spostamento degli alberi che si vengono a trovare in luoghi inadatti o le cui radici creano problemi. Ed in effetti, sono molte l’esperienze dimostrano che le esigenze delle persone sono compatibili con l’esigenza di alberi che ombreggiano le vie, producono ossigeno e proteggono dalle polveri. E’ evidente, però, che tutto ciò richiede un altro tipo d’impegno e di volontà.

38
Da: ; ---- Autore: