L’Amministrazione dà forfait al Vescovo – Germani replica: siamo stati impegnati con l’emergenza delle scuole chiuse

ARCE – Un’assenza pesante.
L’amministrazione comunale di Arce diserta la cerimonia di insediamento del nuovo Vescovo diocesano, ed è polemica. Nessun amministratore ad indossare la fascia tricolore tra le numerose autorità arrivate a Sora per portare il benvenuto a monsignor Filippo Iannone. A notarlo, diversi concittadini arcesi presenti domenica pomeriggio in piazza santa Restituta e il consigliere comunale d’opposizione Sara Petrucci. L’esponente del Pdl, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, ha pesantemente bacchettato l’amministrazione Simonelli chiedendo spiegazioni in merito. «Mancava solo il nostro Comune – ha esordito la Petrucci – tra i quaranta municipi che fanno parte della diocesi di Sora, Aquino, Pontecorvo. Credo – ha aggiunto – che quanto accaduto domenica scorsa sia molto grave ed è l’ennesima dimostrazione della mancanza di sensibilità di chi ci amministra. Se proprio non poteva essere presente il sindaco, perché impedito, – fa notare ancora il consigliere – poteva andarci il vicesindaco o qualche assessore, o magari ancora qualcun altro consigliere, visto che è già successo. Mi viene da pensare che questa Amministrazione abbia qualche problema con la chiesa cattolica, visto anche il precedente di escludere le feste patronali dai finanziamenti per le manifestazioni estive». «Nessuna intenzione di mancare di rispetto al nuovo Vescovo». E’ stata la replica della maggioranza affidata al presidente del consiglio Gianfranco Germani. «In effetti non eravamo presenti in quanto per motivi contingenti nessuno ha potuto partecipare. Siamo stati comunque i primi a dare il benvenuto al vescovo Iannone attraverso un telegramma, appena venuti a conoscenza della nomina nella nostra diocesi. Sono stati giorni abbastanza concitati – ha aggiunto il presidente – per quanto riguarda l’emergenza degli edifici scolastici. Proprio domenica – ha concluso Germani – siamo giunti ad importanti conclusioni per quanto riguarda la sistemazione delle aule e della scuola dell’infanzia».
 

68
Da: ; ---- Autore: